Cerca

Eventi

Tutti gli appuntamenti

Eventi

CORONAVIRUS. LE RESTRIZIONI

Castelvetro, Quintavalla: "Eliminare il divieto di spostamento tra Regioni"

Il primo cittadino ha scritto al ministro Gelmini, a nome di oltre 70 sindaci di Comuni confinanti tra Lombardia, Emilia-Romagna, Veneto e Liguria. Sempre più a rischio le attività commerciali

Daniele Duchi

Email:

dduchi@laprovinciacr.it

12 Aprile 2021 - 13:36

Castelvetro, Quintavalla: "Eliminare il divieto di spostamento tra Regioni"

Il sindaco di Castelvetro Luca Quintavalla

CASTELVETRO PIACENTINO (12 aprile 2021) - "Facendo seguito a quanto avevamo già inviato alla Sua cortese attenzione lo scorso 19 febbraio a nome di oltre 70 Sindaci di Comuni confinanti tra le Regioni Lombardia, Emilia-Romagna, Veneto e Liguria, Le sottoponiamo nuovamente la situazione assai problematica dei nostri territori, con particolare riferimento al divieto di spostamento tra Regioni". Inizia così la lettera che il sindaco di Castelvetro Piacentino, Luca Quintavalla, ha inviato al ministro per gli Affari Regionali e le Autonomie Mariastella Gelmini con oggetto 'Richiesta Comuni confinanti con altra Regione'.
La missiva prosegue: "E’ evidente come questa fortissima limitazione, che si protrae ormai da parecchio tempo, stia determinando gravi ripercussioni per le nostre comunità, sia in ambito economico sia in termini di relazioni tra persone divise da pochi chilometri. Auspicando che si possa, prima possibile, tornare ad una parziale normalità e alle cosiddette “zone gialle”, grazie al miglioramento della situazione epidemiologica e all’entrata a regime della campagna vaccinale, siamo a richiedere che nei prossimi provvedimenti venga eliminato il divieto di spostamento tra Regioni in “zona gialla” o, quantomeno, che tale divieto non venga mantenuto tra Comuni o Province confinanti. Diversamente, si determinerebbero conseguenze irreversibili per le nostre attività commerciali e si accentuerebbero pericolose tensioni sociali, già oggi in parte manifestatisi, legate a perdite di posti di lavoro e a mancate relazioni tra le comunità confinanti. Certo di un Suo interessamento e ringraziando per l'attenzione, porgo distinti saluti".

© RIPRODUZIONE RISERVATA DI TESTI, FOTO E VIDEO

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su La Provincia

Caratteri rimanenti: 400