Cerca

Eventi

Tutti gli appuntamenti

Eventi

IL COMITATO INSORGE

"No ai concerti a Porta Mosa"

Il portavoce Francioni: "Le manifestazioni che il Comune intende fortemente intensificare porteranno forti disagi ai residenti"

Riccardo Maruti

Email:

rmaruti@laprovinciacr.it

07 Marzo 2021 - 06:57

"No ai concerti a Porta Mosa"

CREMONA (7 marzo 2021) - Un Comitato di cittadini per confrontarsi con il Comune sul destino dei Bastioni di Porta Mosa e dei giardini, che i residenti da sempre chiamano ‘il campetto’. In particolare i residenti temono che il Comune intenda utilizzare ‘il campetto’ per manifestazioni e concerti. «Una scelta scellerata», spiega Carlo Francioni — fra gli animatori di questo Comitato —, che ha scritto una lettera all’assessore Luca Burgazzi e al capogruppo della Lega, Alessandro Zagni, oltre che a Giovanna Perrotta, di Legambiente. Il circolo cremonese, infatti, nei giorni scorsi ha presentato all’assessore Burgazzi un progetto di recupero, che prevede interventi di pulizia e valorizzazione dell’area, evidenziandone i problemi attuali: piante infestanti, cartelloni pubblicitari inchiodati su mattoni cinquecenteschi, transenne dimenticate, cancelli e passi carrai inutilizzati e arrugginiti. Per Legambiente, le mura dovrebbero essere inoltre liberate da cassoni e altri manufatti di servizio. Francioni nella sua lettera, pur apprezzando l’idea di una riqualificazione, teme che «le manifestazioni, che il Comune intende fortemente intensificare, porteranno forti disagi ai residenti. In particolare un numero incontenibile di avventori, automobili, mezzi di ogni genere, alla ricerca del parcheggio più vicino, schiamazzi e tant’altro di quanto peggio immaginabile. Quando qui si tenevano i concerti, prima del Covid, tremavano i vetri delle case e le segnalazioni ai vigili fioccavano. Inutilmente».

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su La Provincia

Caratteri rimanenti: 400