Cerca

Eventi

Tutti gli appuntamenti

Eventi

BULLISMO SUL PULLMAN

Sospensioni e a lezione di legalità: così sull’autobus torna la pace

Gruppetto di 7 studenti di Virgilio e Campi scatenato sulla «navetta». Identificato dalla Polizia locale

Cinzia Franciò

Email:

cfrancio@laprovinciacr.it

21 Febbraio 2021 - 08:47

Sospesi, a lezione di legalità: e sull’autobus torna la pace

CREMONA (21 febbraio 2021) - Una raffica di sospensioni affiancate da un percorso di educazione alla legalità che ha visto affiancati la scuola, il Comune e le famiglie: è questo il mix che, a quanto pare, ha prodotto l’effetto sperato, facendo tornare la situazione alla normalità a bordo dello scuolabus-navetta che al mattino porta gli studenti dai quartieri periferici alla Virgilio e alla Campi e poi li riaccompagna a casa dopo le lezioni.

Il viaggio quotidiano, infatti, nelle settimane scorse era diventato un incubo, con un gruppetto di 7 ragazzini che rifiutava di indossare le mascherine che, anzi, spesso lanciava addosso ai compagni. E poi la porta del mezzo aperta durante il viaggio con la leva di emergenza e i finestrini abbassati per sputare addosso ai passanti e insultarli. In una occasione qualcuno ha anche usato il martello di emergenza per spaccare il vetro della porta. Senza contare le risse e le minacce e i cori con insulti osceni ai volontari dell’associazione Città dell’uomo, a bordo dei mezzi con il compito di segnare le presenze ai fini del tracciamento di eventuali contagi Covid. E proprio dai volontari era infine partita la segnalazione al Comune della situazione ormai ingestibile. Il Comune ha quindi interessato la Polizia locale che ha fatto scattare subito le indagini.

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su La Provincia

Caratteri rimanenti: 400