Cerca

Eventi

Tutti gli appuntamenti

Eventi

LA STORIA

Ha perso la mano in un incidente, il sogno di Leonardo realizzato a Cremona

Il 15enne potrà riconquistare la normalità grazie ad una protesi bionica realizzata in un centro specializzato, corsa solidale da tutta Italia

Francesco Pavesi

Email:

fpavesi@cremonaonline.it

01 Febbraio 2021 - 07:41

Ha perso la mano in un incidente, il sogno di Leonardo realizzato a Cremona

CREMONA (1 febbraio 2021) - I sogni del 15enne Leonardo Ravelli ripartono da Cremona, dove, dopo un anno di speranze infrante, ha trovato la tecnologia all’avanguardia che gli permetterà di tornare ad una vita normale: una protesi bionica gli consentirà di riavere la manualità persa in un drammatico incidente.

I familiari hanno fatto di tutto per cercare una protesi robotica in grado di restituire manualità al ragazzo, ma si sono scontrati con ostacoli legati anche alle limitazioni della pandemia. Alla fine, sono arrivati al centro Ottobock di via Ghisleri 35: «L’8 gennaio mio figlio è stato a Cremona per provare questa speciale protesi bionica – racconta il padre, Claudio Ravelli –. Ne è rimasto entusiasta. Sapevamo già che i costi sarebbero stati elevati e per noi non accessibili, così ho creato una pagina Gofund per la raccolta fondi. Poi ci è stato confermato che per acquistare lo strumento sarebbero serviti 50 mila euro».

La risposta è stata oltre le aspettative: la storia di Leonardo è salita alla ribalta delle cronache nazionali e tantissime persone hanno aderito, da tutta Italia ma anche dall’estero. Fino a che è arrivata una ulteriore, inattesa, sorpresa: «Alcuni amici ci hanno avvisato che l’ex presidente del Genoa e del Livorno, Aldo Spinelli, aveva pubblicamente dichiarato che sarà lui stesso a donare la cifra mancante e necessaria per coprire la spesa. Mio figlio tornerà a Cremona a giorni, per provare la protesi e per effettuare il calco. È felicissimo».

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su La Provincia

Caratteri rimanenti: 400