Cerca

Eventi

Tutti gli appuntamenti

Eventi

A BRESCIA

Farmaci letali ai malati Covid: venerdì l'interrogatorio del primario

Il gip: 'Non ha agito per per finalità pietistiche'

Francesco Pavesi

Email:

fpavesi@cremonaonline.it

26 Gennaio 2021 - 19:27

Farmaci letali ai malati Covid: venerdì l'interrogatorio del primario

BRESCIA (26 gennaio 2021) - È stato fissato per venerdì mattina l’interrogatorio di garanzia davanti al gip di Brescia di Carlo Mosca, il primario cremonese dell’ospedale di Montichiari arrestato e ai domiciliari con l’accusa di omicidio volontario per aver somministrato farmaci letali a due pazienti affetti da Covid nel corso della prima ondata della pandemia a marzo. Per il gip Angela Corvi che ha firmato l’ordinanza di custodia cautelare «non si può ritenere che Mosca abbia agito dietro consenso delle vittime o comunque per finalità pietistiche se solo si considera che egli somministrava loro un preparato che paralizza i muscoli ma non agisce in alcun modo sullo stato di coscienza, provocando così una penosa morte per soffocamento».

«È verosimile - scrive ancora il gip - che l'indagato si sia determinato ad uccidere poiché mosso dalla volontà di 'liberare' non solo e non tanto posti letto, bensì risorse strumentali ed energie umane, fisiche ed emotive, dei colleghi medici, degli infermieri e di tutti gli altri operatori del Pronto soccorso».

Il medico è già stato sospeso dalla direzione degli Spedali civili di Brescia che controllano l'ospedale di Montichiari.

© RIPRODUZIONE RISERVATA DI TESTI, VIDEO E FOTO

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su La Provincia

Caratteri rimanenti: 400