Cerca

Eventi

Tutti gli appuntamenti

Eventi

CREMONA

Promesse di buoni guadagni, promotrice finanziaria raggirò i clienti: 'Ci siamo fidati di lei'

Luigia Luisa Sansevrino è a processo per truffa aggravata, sentito in aula un anziano: 'Pensavamo di avere da parte più di 400 mila euro, in realtà ce n'erano 41 mila'

Francesco Pavesi

Email:

fpavesi@cremonaonline.it

22 Gennaio 2021 - 18:09

Promesse di buoni guadagni, promotrice finanziaria raggirò i clienti: 'Ci siamo fidati di lei'

CREMONA (22 gennaio 2021) - «Ho fatto la quinta elementare. L’home banking? Non so nemmeno che cosa sia. Non ho il computer. Prodotti finanziari? Io mi fidavo della Sansevrino». Il signor Ernesto oggi ha 79 anni. Per una vita ha fatto il barbiere, sua moglie l’operaia. Ernesto è andato in pensione a fine 2008. E i risparmi di una vita - 200 milioni di vecchie lire - li ha messi nelle mani di Luigia Luisa Sansevrino, 62 anni, nata a Cremona, volto noto in città e nel pianeta bancario, promotrice finanziaria con un vasto portafoglio clienti.

«Mi fidavo di lei», ha detto l’anziano Ernesto sentito oggi in aula, perché «lei» gli aveva promesso «buoni guadagni». Ernesto e moglie si sono fidati per quasi vent’anni della Sansevrino. Pensavano di essersi assicurati una serena vecchiaia, perché grazie ai «buoni guadagni» promessi dalla broker, avevano messo da parte più di 400 mila euro. Sulla carta, però. Perché, alla fine, il patrimonio effettivo risulterà di 41.709, 21 euro. Ernesto e moglie lo hanno scoperto nel 2017. Si sono sentiti traditi, truffati. E di truffa aggravata ora deve rispondere l’ex promotrice finanziaria. Che, per l’accusa, avrebbe ingannato anche altri due clienti, madre e figlio. Sono tutti parte civile nel processo.

Ernesto e moglie si sono rivolti agli avvocati Irene Maggi e Paolo Mirri. Nel 2017 hanno presentato una querela lunga e dettagliata. La moglie sarà sentita il 14 maggio prossimo.

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su La Provincia

Caratteri rimanenti: 400