Cerca

Eventi

Tutti gli appuntamenti

Eventi

AL FIANCO DEI BAMBINI

Nicolò Govoni: «Sono rimasto a bocca aperta. Grazie del vostro sostegno»

«L’affetto che mi lega a La Provincia di Cremona è la forza delle radici che ti fanno spiccare il volo»

Cinzia Franciò

Email:

cfrancio@laprovinciacr.it

19 Gennaio 2021 - 07:03

Nicolò Govoni: «Sono rimasto a bocca aperta. Grazie del vostro sostegno»

Nicolò Govoni

CREMONA (19 gennaio 2021) - La storia di Nicolò Govoni e la missione di Still I Rise hanno colpito nel segno. La Provincia ha raccontato la determinazione del 27enne cremonese nel perseguire progetti di istruzione a favore degli ultimi del mondo. Nicolò ha voluto condividere il suo affetto per la città e il riconoscimento al giornale con un lungo testo, che qui pubblichiamo e che sulla sua pagina Facebook ha ottenuto 4.532 emoticon, 427 commenti e 399 condivisioni.

«Dico sempre che, in barba agli articoli del New York Times, della Repubblica e del Corriere, saranno sempre quelli del quotidiano della mia città natale, La Provincia di Cremona, i miei preferiti. Ma stavolta si sono proprio superati! Sono rimasto a bocca aperta davanti alla bellezza di questo servizio. Non solo una prima pagina, ma quattro pagine di approfondimento sul nostro lavoro nel mondo oggi. È fonte di grande forza per me sapere che, per quanto alte saranno le vette da scalare, ci sarà sempre qualcuno pronto ad afferrarmi se cado. E l’affetto che mi lega alla redazione della «Provincia» è proprio questo: la testimonianza che fortificare le proprie radici è e sempre sarà il primo passo per spiccare il volo. Stavolta non voglio limitarmi a ringraziare il giornale in generale. Voglio fare nomi. Quindi tengo a ringraziare il direttore Marco Bencivenga e il capocronista Mauro Cabrini per l’interesse, per la fiducia e per la cura. E soprattutto ringrazio Nicola Arrigoni, redattore e amico, che con la sua penna è al mio fianco fin dall’inizio, quando nessun altro nel mondo della stampa credeva in me. Non importa quanti e quali risultati raggiungerò in futuro. Mi volterò sempre con affetto e gratitudine nella vostra direzione. Perché la lealtà, l’umiltà e l’onestà sono importanti e possono trasformare una semplice organizzazione in una vera e propria famiglia umanitaria. Questa è la storia di Still I Rise. La nostra storia. Aiutami a ringraziare Nicola, Marco e Mauro - e tutti quelli che hanno creduto in me fin dall’inizio - con un cuore nei commenti. Dovremmo apprezzare chi ha fiducia in noi più spesso, e so che un post non è abbastanza, ma spero sia un buon inizio. Grazie a tutti voi di restare al mio fianco ogni giorno. Siete la rete di salvataggio di ogni mia vetta!»

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su La Provincia

Caratteri rimanenti: 400