Cerca

Eventi

Tutti gli appuntamenti

Eventi

CORONAVIRUS. ADDIO AL 2020

Notte di coprifuoco, i veglioni sono un ricordo

Con la zona rossa tutto vietato fino alle 7. Rischio party clandestini: controlli

Cinzia Franciò

Email:

cfrancio@laprovinciacr.it

31 Dicembre 2020 - 08:38

Notte di coprifuoco, i veglioni sono un ricordo

CREMONA (31 dicembre 2020) - Niente botti allo scoccare della mezzanotte, niente concerti in piazza né balli in discoteca. Sarà un San Silvestro senza precedenti, così come è stato per l’intero anno che sta per concludersi, con un coprifuoco addirittura più esteso rispetto agli altri giorni (dalle 22 di oggi alle 7 di domani) e con l’inevitabile intensificazione dei controlli. Perché se è vero che sino ad ora i cremonesi sono stati diligenti e le multe staccate fra Natale e Santo Stefano sono state davvero poche, lo è altrettanto che durante la notte di Capodanno il rischio intemperanze è maggiore. Complici l’alcool e l’entusiasmo di dire finalmente addio all’annus horribilis. Ecco perché, oltre ai controlli legati ai botti già avviati da giorni e coordinati dalla Questura, si aggiungeranno pattugliamenti aggiuntivi soprattutto nelle zone del centro. Per evitare che qualcuno azzardi comunque un brindisi in strada o nelle piazze.

«Noi saremo in campo fino alle quattro con cinque pattuglie, ovvero dieci agenti più quelli della centrale operativa – spiega il comandante della polizia municipale Pier Luigi Sforza –. Saremo in centro città ma anche nelle periferie. Penso però che sarà una nottata tranquilla, così come è stato per Natale».

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su La Provincia

Caratteri rimanenti: 400