il network

Giovedì 26 Novembre 2020

Altre notizie da questa sezione

Oggi...


CORONAVIRUS. TEATRI ALLO STREMO

I lavoratori del Ponchielli: «Siamo tutti senza futuro»

I lavoratori del Ponchielli: «Siamo tutti senza futuro»

CREMONA (29 ottobre 2020) - «Stasera sarebbe andato in scena #DestinazioneTauride2021, una produzione pensata all’insegna della sicurezza e del distanziamento. Distanziati in scena e in platea... Ed invece nulla... siamo ripiombati nel nulla». Afferma Paolo Chiappani, responsabile RSU del teatro Ponchielli. «Abbiamo lavorato a tutti i protocolli di sicurezza, misurato il distanziamento dei posti, formato le maschere per accompagnare il pubblico e assicurarsi che non si facessero assembramenti — dice sconsolata Laura Seroni, responsabile di sala e della biglietteria —. Non è servito a nulla, ci hanno chiuso nuovamente. Ma la sicurezza in teatro c’è». A parlare sono alcuni dipendenti del Ponchielli, in un teatro irreale. «Il nostro futuro è un punto interrogativo — dicono — e non solo perché non sappiamo quando riapriremo. Per ora gli spettacoli sono stati sospesi e non annullati. Ma qui non siamo a Milano o a Roma, i cremonesi vengono al botteghino ad acquistare i biglietti. E a teatro ci vengono a piedi o con mezzi propri. Forse le decisioni dovrebbero essere calate nella realtà».

© RIPRODUZIONE RISERVATA DI TESTI, FOTO E VIDEO

28 Ottobre 2020