il network

Martedì 20 Ottobre 2020

Altre notizie da questa sezione


CREMONA

Covid, Baratta: 'Non abbassiamo la guardia, insostenibile un’altra ondata'

Il cardiochirurgo dell’ospedale Maggiore, racconta i mesi faccia a faccia con il Coronavirus: 'Le simulazioni sui contagi non rassicurano, si potrebbe tornare a occupare le terapie intensive'

Covid, Baratta: 'Non abbassiamo la guardia, insostenibile un’altra ondata'

CREMONA (27 settembre 2020) - «Qualche giorno fa mi hanno fatto vedere alcune proiezioni della pandemia in base ai contagi di questi giorni e l’ipotesi è quella che nella seconda quindicina di ottobre i posti di terapia intensiva possano nuovamente essere tutti occupati», dice Vittorio Baratta, cardiochirurgo e responsabile della Struttura Dipartimentale di Chirurgia Vascolare dell’Ospedale maggiore. Non usa giri di parole il medico nel raccontare il suo incontro col Covid, nell’ambito di un incontro al Rotary Club Cremona Po, presieduto da Ida Beretta. «È importante continuare a utilizzare i dispositivi di protezione, a igienizzarsi le mani, a tenere il distanziamento: davanti a un virus di cui non abbiamo il vaccino è l’unico modo che possediamo per difenderci e per sperare di non ritrovarci nella situazione di marzo e aprile», afferma e fa una pausa: «Non so se il sistema sanitario nazionale riuscirebbe a reggere un nuovo impatto pandemico come quello che abbiamo vissuto a inizio anno».

© RIPRODUZIONE RISERVATA DI TESTI, FOTO E VIDEO

27 Settembre 2020