il network

Martedì 20 Ottobre 2020

Altre notizie da questa sezione


CORONAVIRUS. I NODI DELLA SANITA'

L’Ospedale non riparte, i comuni: «Basta disagi»

Convocata per venerdì 2 ottobre l’assemblea dei 45 sindaci dell’Ambito sociale cremonese: «Servono risposte concrete e tempestive». E l’8 incontro aperto sul sistema sanitario

L’Ospedale non riparte, i comuni: «Basta disagi»

L'ospedale maggiore di Cremona

CREMONA (26 settembre 2020) - L’ospedale di Cremona fa fatica a ripartire dopo aver subito l’ondata del Covid: non riesce ancora ad assicurare tutti i servizi pre-pandemia, e i sindaci del Cremonese sono preoccupati: «Non è più possibile andare oltre con i disagi che il territorio cremonese e i suoi cittadini stanno sopportando in questa fase. E che esigono quindi risposte operative, concrete e il più possibile tempestive». Per questo è stata convocata l’assemblea dei sindaci dell’Ambito sociale cremonese per venerdì 2 ottobre, alle 17,30, al Centro culturale San Vitale, a Cremona. La settimana successiva, giovedì 8, poi è previsto un ulteriore momento di incontro: più centrato sulle prospettive di sviluppo dell’intero sistema e aperto a tutti gli attori principali.

I due appuntamenti sono stati annunciati da una nota firmata da Gianluca Galimberti, che è presidente dell’assemblea dei sindaci, Roberto Mariani, primo cittadino di Stagno Lombardo, che guida l’assemblea consortile, e Laura Galbignani, assessore a Soresina e coordinatrice del comitato sindaci, in pratica, la governance dell’Ambito.

© RIPRODUZIONE RISERVATA DI TESTI, FOTO E VIDEO

25 Settembre 2020