Cerca

Eventi

Tutti gli appuntamenti

Eventi

MOTONAVE STRADIVARI

Riprendono le minicrociere sul Po

Tre proposte: Notte delle Stelle Cadenti (9 agosto), Ferragosto (15 agosto) e Navigazione di mezza estate (23 agosto)

Cinzia Franciò

Email:

cfrancio@laprovinciacr.it

06 Agosto 2020 - 17:21

Riprendono le minicrociere sul Po

CREMONA (6 agosto 2020) - La motonave Stradivari propone per il mese di agosto tre mini crociere: Notte delle Stelle Cadenti (9 agosto), Ferragosto (15 agosto) e Navigazione di mezza estate (23 agosto).

La Motonave Stradivari è una sofisticata imbarcazione, dotata di ogni confort, con ampie e raffinate sale interne tra cui l’elegante Salone d’Onore, l'intima Saletta di Poppa, la caratteristica Sala di Prua e la stupenda terrazza panoramica il Ponte estivo Sole/Luna. Una piccola piscina situata sul ponte attribuisce al battello un tocco di raffinata eleganza.
La cucina di bordo inoltre garantisce attenzione nei confronti della tradizione e dei prodotti locali.
Sulla tavola della Motonave Stradivari ci si assicurano pranzi dai sapori originali e genuini della tradizione Reggiana e Mantovana dove tutto ricorda il passato, la storia, le origini, la natura.
Una vera e propria celebrazione dei sapori tradizionali del territorio della bassa: la pasta fresca fatta in casa, i tagli di carne scelti e i dolci tipici.…e non solo nella cucina…i sapori autentici di una terra ricca di tradizione e passione scaturiscono anche dall’ambiente che pur essendo ricercato, conserva quel sapore “casalingo” che trasmette un calore unico. 
Inoltre le navigazioni sono sempre accompagnate dal commento appassionato del Capitano Giuliano Landini, storico uomo di fiume. Uomo ironico e brillante, Landini è un profondo conoscitore del Grande Fiume e grazie alla sua sconfinata esperienza e cultura è sempre in grado di raccontare interessanti storie legate al Grande Fiume.

Il Po nella Bassa Reggiana e Mantovana: qui il Fiume assume caratteristiche del tutto particolari. Qui si respira la storia, la tradizione, il passato. Queste sono le terre di Guareschi e di Peppone e Don Camillo. Qui itinerari speciali conducono ai luoghi caratteristici dei Film fino ad arrivare a visitare piccoli gioielli come la Casetta sulle rive del Fiume dove il Pittore Ligabue si ritirò a dipingere per un lungo periodo della sua vita. Come non citare infine l’Oasi naturistica degli Internati un’oasi naturale bagnata dal Po, che costeggia tutto l’argine di Gualtieri. Questo luogo sospeso tra il passato e il presente, tra cielo azzurro, aria frizzante, pioppi che si specchiano nell’acqua, qualche barca solitaria e pochi pescatori pazienti, un tempo è stata per molte persone un’occasione di riscatto per ricominciare a vivere, una fonte di sostentamento. Sull’isola degli Internati si coltivavano infatti “le stroppie”, piante elastiche che crescevano e crescono ancora oggi lungo le rive del Po, con cui si producevano le belle e robuste ceste di Boretto. Un gioiello quest'ultimo che negli ultimi anni ci è però consentito visitare sono in presenza di livelli idrometrici adeguati

Due parole sulla Bassa Reggiana
La Bassa Reggiana è un luogo al di fuori del tempo dove vale la pena fermarsi anche un paio di giorni per trascorrere un tranquillo weekend assaporando un viaggio dai ritmi slow, tra atmosfere rarefatte e silenziose tra luoghi ricchi di suggestione, sapori tipici e profumi che evocano il passato, piazze, bar e osterie, dove ancora si può cogliere il calore umano dei racconti degli anziani e delle pellicole di Peppone e Don Camillo. E proprio a due passi dal Po, a Brescello RE, il Museo Peppone e Don Camillo consente al pubblico di ripercorrere le loro avventure attraverso oggetti di scena, locandine, manifesti originali, fotografie dai set e materiali cartacei relativi ai film girati tra il 1951 e il 1965. Nel piazzale davanti al museo troneggia il carro armato, utilizzato nella sequenza di un memorabile episodio. Nella sala principale figurano la motocicletta di Peppone e la bicicletta di don Camillo. Da non perdere anche una tappa al “Museo Brescello e Guareschi, Il territorio e cinema”, che al suo primo piano propone ai visitatori la ricostruzione di un set cinematografico originale dei film di Don Camillo e Peppone. Se da Brescello ci si sposta verso sud meritano una visita le piccole “Capitali del Po”: Gualtieri RE e Guastalla RE con le loro belle piazze e i palazzi storici. A Gualtieri inoltre è imperdibile una tappa alla caratteristica Casa Museo di Antonio Ligabue, un vero gioiello di autenticità. Una visita particolare quella che attende il visitatore: una visita intima e ricca di emozione, nel cuore della casa che Ligabue stesso abitò e dipinse. Per i più romantici infine consigliamo di dirigersi verso nord dove ad una manciata di Km, in provincia di Parma, troveranno Colorno PR con la sua splendida Reggia, definita la “Versailles” dei Duchi di Parma. Infine, suggeriamo una visita a Sabbioneta MN (la piccola Atene) e al complesso monastico di San Benedetto in Polirone MN (con Il Monastero e l’Abbazia) 

Info e prenotazione: 335.5293930 (Claudia) - 333.3616208  (France) 

© RIPRODUZIONE RISERVATA DI TESTI FOTO E VIDEO

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su La Provincia

Caratteri rimanenti: 400