il network

Martedì 04 Agosto 2020

Altre notizie da questa sezione


REGIONE LOMBARDIA

Dissesto idrogeologico, stanziati oltre 300 milioni per 'difendere' il territorio

L'assessore Foroni: 'Cifre importanti per interventi decisivi per il nostro futuro'

Dissesto idrogeologico, stanziati oltre 300 milioni per 'difendere' il territorio

MILANO (2 agosto 2020) - Ben 137 milioni per la difesa del suolo, 15 milioni per il dissesto idrogeologico, oltre a 100 milioni per la rigenerazione urbana e 64 milioni per il servizio idrico integrato, per un totale di oltre 300 milioni di euro. Sono questi gli investimenti decisi da Regione Lombardia con l'assestamento di Bilancio e destinati all'assessorato al Territorio e Protezione civile. "Si tratta di cifre importanti che ci serviranno per portare avanti in maniera decisiva tutta una serie di politiche già avviate in questi due anni di legislatura". Cosi' l'assessore di Regione Lombardia al Territorio e Protezione civile Pietro Foroni.

"Questi fondi - aggiunge - sono fondamentali per il futuro della Lombardia, in special modo sul fronte della difesa del suolo e della rigenerazione urbana. Quella di quest'anno - sottolinea - è una manovra di assestamento che si è inserita in una situazione straordinaria e drammatica, in cui l'emergenza sanitaria è costata a Regione una drastica riduzione delle entrate riferita ai principali tributi. Voglio ringraziare quindi il presidente Fontana e l'assessore Caparini, per l'attenzione, la disponibilità e l'incredibile capacità dimostrata ancora una volta nei confronti della nostra regione".

Quanto alla destinazione degli oltre 150 milioni di euro che saranno così disponibili nel 2021 per difesa del suolo e idrogeologica, i tecnici della Direzione Generale Territorio e Protezione civile sono all'opera per definirne i dettagli. "Stiamo già lavorando - continua Foroni - per stilare quanto prima un quadro dettagliato e preciso degli interventi più urgenti da portare avanti nel quadro della difesa di suolo e nella lotta al dissesto idrogeologico. Soprattutto in questi due ambiti, la situazione nella nostra regione e' particolarmente critica da anni. Il nostro territorio è fragile e densamente popolato. Negli ultimi anni, inoltre, ha ricevuto scarsi aiuti finanziari da quasi tutti i Governi in carica. Ultime ma non ultime le eccezionali ondate di maltempo che hanno flagellato la Lombardia in questi anni e che ci hanno costretto a richiedere lo Stato d'emergenza con una frequenza assolutamente fuori dal normale".

© RIPRODUZIONE RISERVATA DI TESTI E FOTO

02 Agosto 2020