il network

Martedì 04 Agosto 2020

Altre notizie da questa sezione


CREMONA

Ora l’autopista negata diventa un caso politico

No della giunta comunale alla richiesta di montare l’attrazione per bambini in piazza Roma. Canale (consigliere del Pd e presidente della commissione Commercio) chiede chiarimenti

Ora l’autopista negata diventa un caso politico

CREMONA (13 luglio 2020) - L’autopista negata diventa «caso politico». Sul «no» unanime della giunta comunale alla proposta di Massimiliano Tagliani di installare l’autoscontro per bambini in piazza Roma, interviene infatti Santo Canale, consigliere del Partito Democratico e presidente della Commissione Commercio, chiedendo chiarimenti: «Prendo atto delle valutazioni espresse dall’assessore di riferimento, ma resto convinto che si potessero ipotizzare soluzioni alternative», apre la prima breccia in maggioranza Canale. Che in premessa, torna alla vicenda del luna park di San Pietro, saltato. «Per quanto riguarda la vicenda del luna park — pare smarcarsi di nuovo dalla linea di governo, Canale —, vorrei sottolineare che la volontà dei giostrai è stata evidente fino all’ultimo: hanno lavorato duramente per attenersi ai protocolli e per garantire, nonostante le difficoltà organizzative, una tradizione per Cremona. Si sono arresi solo quando, a causa della contrazione dei giorni disponibili, i costi sono diventati insostenibili. Ma proprio in virtù di questa collaborazione storica, ritengo sia il caso di trovare soluzioni anche per la loro categoria. Da anni, in inverno, Piazza Roma viene messa a disposizione per l’installazione di alcune attrazioni; auspico maggior flessibilità al fine di poterne installare altre».

© RIPRODUZIONE RISERVATA DI TESTI, FOTO E VIDEO

13 Luglio 2020