Cerca

Eventi

Tutti gli appuntamenti

Eventi

CORONAVIRUS. LA RIPARTENZA

Professore e volontario , in Croce Rossa tre mesi

Il cremonese Nicola Barbieri, docente all’Università di Modena, cintura nera di judo. «Ho trasportato i malati, ho visto grande sofferenza. Sono al servizio degli altri»

Cinzia Franciò

Email:

cfrancio@laprovinciacr.it

05 Luglio 2020 - 07:44

Professore e volontario , in Croce Rossa tre mesi

Nicola Barbieri

CREMONA (5 luglio 2020) - Una cintura nera di judo in prima linea come volontario della Croce Rossa e scout Cngei per fare ‘ippon’, quindi vincere l’incontro, contro il Covid-19. Sta continuando a mettersi al servizio degli altri il 60enne cremonese Nicola Barbieri, professore associato di Storia della pedagogia al dipartimento di Educazione e scienze umane dell’università di Modena e Reggio Emilia e allenatore judo con anni d’esperienza condivisa al Kodokan di Cremona con il maestro Giorgio Sozzi e con il figlio di quest’ultimo, Andrea. Volontario che sta ora pensando di partecipare al corso di soccorso in ambulanza con la Croce Rossa e che, dopo aver fatto dei trasporti di malati Covid, racconta: «La pandemia non è finita, quindi continuiamo a prestare attenzione. Ho visto persone morire e gli infermieri affrontare turni estenuanti e in diversi casi contagiarsi. Ricordo come fosse ora quel 3 aprile, quando dalla Croce Rossa a me e ad un collega volontario hanno chiesto la disponibilità a fare un trasporto Covid: non è stato facile, ci siamo guardati l’un l’altro, ma abbiamo detto sì perché sapevamo che ognuno doveva fare la sua parte per contrastare la diffusione del virus. Questo anche perché il judo, rispetto ad altre discipline, porta con sé una caratteristica intrinseca come la forte propensione verso gli altri».

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su La Provincia

Caratteri rimanenti: 400