il network

Sabato 26 Settembre 2020

Altre notizie da questa sezione


DIOCESI DI CREMONA

Il vescovo Napolioni a Caravaggio

Nella memoria dell’Apparizione di Maria: il ricordo di ciò che avvenne 588 anni fa a Giannetta

Il vescovo Napolioni a Caravaggio

(Foto Ansa/Stefano Cavicchi)

CARAVAGGIO (26 maggio 2020)  - Oggi pomeriggio il vescovo di Cremona monsignor Antonio Napolioni si è recato a Caravaggio nel ricordo di quanto accadde 588 anni fa, l'Apparizione di Maria a Giannetta. Un evento straordinario che è stato ricordato nel racconto che la tradizione ha tramandato e che ha accompagnato sino alle 17 quando, dopo l’attesa orante nel silenzio, il suono festoso delle campane e dell’organo hanno ricordato il prodigioso evento accaduto.

«'Sono qui, non abbiate paura'. Questo il messaggio della Madre che si rinnova ancora oggi, invitando tutti a guardare al figlio Gesù per ritrovare speranza». Così il vescovo Antonio Napolioni nella memoria dell’Apparizione di Maria a Caravaggio.

Un invito rivolto in un 26 maggio insolito al Santuario di S. Maria del Fonte. I volontari della protezione civile agli ingressi a misurare la temperatura corporea. Tutti con indosso la mascherina. La basilica chiusa, così come il Sacro Fonte. Chiusi anche i rubinetti del Santuario. Eppure è stata comunque una giornata di devozione e supplica, all’insegna della festa per la patrona della Diocesi.

[GUARDA LE FOTO]


© RIPRODUZIONE RISERVATA DI TESTI FOTO E VIDEO

26 Maggio 2020