il network

Domenica 05 Luglio 2020

Altre notizie da questa sezione


EMERGENZA SANITARIA

Coronavirus Fase 2, ora scatta la tolleranza zero

Troppi assembramenti e ragazzi senza mascherina. Linea dura del prefetto Vito Danilo Gagliardi che ha convocato per domani il Comitato per l’ordine e la sicurezza pubblica al quale parteciperanno anche i sindaci di Cremona, Crema e Casalmaggiore

Coronavirus Fase 2, scatta la tolleranza zero

CREMONA (25 maggio 2020) - Contro la movida, sarà durissima la linea del prefetto Vito Danilo Gagliardi. Se sarà necessario, si chiuderanno i locali prima. Soprattutto, il prefetto è così arrabbiato che sta coinvolgendo degli esperti per dare un segno. Si potrebbe arrivare alla denuncia per inosservanza dei provvedimenti dell’autorità, l’articolo 650 del codice penale, perché se alla movida, «si aggiunge anche lo sfottò, la provocazione, il menefreghismo dei ragazzi, allora, i ragazzi vanno denunziati tutti. Sto cercando tutti gli appigli normativi per incidere, per lasciare il segno, per marchiare. A questo punto, bisogna colpire non più uno, ma tanti, per cercare di educarli tutti». E saranno potenziati i controlli. Se ne parlerà al vertice del Comitato per l’ordine e la sicurezza pubblica fissato per domani e al quale parteciperanno anche i tre sindaci di riferimento: Gianluca Galimberti di Cremona, Stefania Bonaldi di Crema e Filippo Bongiovanni di Casalmaggiore. «Perché dobbiamo dare delle indicazioni precise e tutte condivise per frenare questa situazione, perché così non si arriva a settembre».

© RIPRODUZIONE RISERVATA DI TESTI, FOTO E VIDEO

25 Maggio 2020

Commenti all'articolo

  • renzo

    2020/05/25 - 11:02

    È sufficiente sfogliare la Provincia di oggi e guardare le foto della movida e delle S.Messe la percentuale di chi ha e di chi non ha la mascherina. Differenze sostanziali nellapprocciarsi alla convivenza ed alla vita pubblica.

    Rispondi