il network

Giovedì 28 Maggio 2020

Altre notizie da questa sezione


EMERGENZA SANITARIA

Coronavirus: in Italia ricoveri in calo, ma ancora 837 vittime

I dati forniti dalla Protezione Civile: "Dall'inizio della crisi i morti sono 12.428"

calo ricoveri e intensive, numeri in contenimento

ROMA (31 marzo 2020)-  Sono complessivamente 77.635 i malati di Coronavirus in Italia, con un incremento rispetto a ieri di 2.107. Lunedì l’incremento era stato di 1.648. Il numero complessivo dei contagiati - comprese le vittime e i guariti - è di 105.792. Sono 12.428 i morti, con un aumento rispetto a ieri di 837. Lunedì l'aumento era stato di 812.  Sono, invece, 15.729 le persone guarite in Italia dopo aver contratto il Coronavirus, 1.109 in più. Ieri l'aumento dei guariti era stato di 1.590. Ecco i dati forniti dalla Protezione Civile.

«C'è una diminuzione dell’incremento dei ricoverati, da 1.276 il 26 marzo a 409 ieri a 397 oggi; in terapia intensiva l’incremento giornaliero era 120 il 26 marzo, è di 42 oggi. È una fotografia generale del sistema sanitario che fa fronte a questi numeri, in via di contenimento». Lo ha detto Roberto Bernabei del Comitato tecnico scientifico (Cts) in conferenza stampa alla Protezione civile. E sulle misure di contenimento: «Proroga delle misure di contenimento fino a quando? Con l’indicazione per il momento siamo fermi a Pasqua, più o meno è questa l’indicazione che il ministro ha recepito».

«Arriverà il giorno che dimenticheremo questa pratica, ma per i prossimi tempi il distanziamento sociale, deve essere la nostra regola ferrea». Lo ha ribadito il capo della Protezione Civile Angelo Borrelli ribadendo la necessità di continuare a rispettare le indicazioni del governo e delle autorità sanitarie per sconfiggere il virus.

© RIPRODUZIONE RISERVATA DI TESTI, FOTO E VIDEO

31 Marzo 2020