il network

Mercoledì 08 Aprile 2020

Altre notizie da questa sezione

Blog


EMERGENZA SANITARIA

Coronavirus, Cremona: asili, insegnanti vicine ai bambini con telefonate ad ogni famiglia

Intanto il Comune pensa di attivare un'apposita piattaforma per un contatto anche visivo

Coronavirus, Cremona: asili, insegnanti vicine ai bambini con telefonate ad ogni famiglia

CREMONA (26 marzo 2020) - Come restare vicini ai bambini ed alle famiglie anche in questo lungo periodo di sospensione delle attività educative è stato il primo pensiero delle insegnanti degli asili nido e delle scuole dell’infanzia comunali. Ma come fare per comunicare a distanza con i più piccoli? E' questa la domanda che si è posta l'assessora all'Istruzione Maura Ruggeri insieme allo staff del Settore Politiche Educative e a tutte le insegnanti.

"In un primo tempo lo abbiamo fatto utilizzando la tecnologia già disponibile dando ad ogni scuola la possibilità di pubblicare sul sito del Comune brevi video con letture, proposte di giochi e attività ed entro la settimana corrente ne pubblicheremo di nuovi. Anche i nostri cuochi hanno contribuito con dieci video ricette" dichiara Ruggeri, che aggiunge: "Ora la nostra intenzione è di procedere attivando una nuova piattaforma che consenta ai bambini delle 34 sezioni di scuola infanzia e, se possibile, anche a quelli delle 14 sezioni di asilo nido in modo da rivedersi tutti insieme".

Tuttavia, in attesa che la tecnologia più sofisticata sia disponibile, si è agito nel modo più semplice ed immediato possibile come spiega sempre l'assessora: "Abbiamo condiviso con le insegnanti l’opportunità che contattassero telefonicamente ogni singola famiglia per sentirsi, per salutare i bambini e parlare con loro condividendo questo momento difficile e cercando di essere d’aiuto e di supporto per quanto possibile. Le telefonate sono tuttora in corso, ma da quelle effettuate sino ad ora il principale e comune riscontro è la gioia di risentirsi e di tenere viva la relazione con le loro maestre nonostante la necessità di restare a casa".

© RIPRODUZIONE RISERVATA DI TESTI E FOTO

26 Marzo 2020