il network

Mercoledì 08 Aprile 2020

Altre notizie da questa sezione

Blog


EMERGENZA SANITARIA

Coronavirus, il grande cuore dei detenuti: colletta per l'ospedale

Dopo l'incontro in carcere con l'infettivologo Pan, raccolti più di 1.300 euro

Coronavirus, il grande cuore dei detenuti: colletta per l'ospedale

CREMONA (25 marzo 2020) - Quando, due settimane fa, Angelo Pan, primario di Malattie infettive dell’ospedale Maggiore, è andato in carcere per spiegare ai detenuti che cosa fosse il Coronavirus, per rassicurarli («Qui non c’è») e dare loro consigli («Tossite e starnutite nel gomito, non toccate le maniglie»), i detenuti lo avevano applaudito a lungo, anche perché dalle sue parole avevano compreso la guerra che si stava combattendo nelle corsie dell’ospedale lì vicino. «Scusate se vi posso dedicare poco tempo, ma devo tornare nel mio reparto, dove la situazione è drammatica», li aveva salutati Pan. E così, per dare una mano all’ospedale al collasso, da qualche giorno i detenuti hanno iniziato una colletta, raccogliendo, sinora, circa 1.300 euro. «Hanno fatto un bellissimo gesto, nato spontaneamente. Hanno capito quanto si sta facendo fuori», ha detto la direttrice Rossella Padula.

© RIPRODUZIONE RISERVATA DI TESTI, FOTO E VIDEO

25 Marzo 2020