il network

Lunedì 30 Marzo 2020

Altre notizie da questa sezione

Blog


CREMONA

Droga e munizioni, due denunciati

Nei guai un indiano 29enne e un pakistano 39enne bloccati al parcheggio dei pullman di via Dante

Casalmaggiore, arrestato latitante pluripregiudicato

CREMONA (25 marzo 2020) - Nonostante l’impiego nei controlli finalizzati a verificare il rispetto delle norme governative in materia di Covid-19, continua incessante l’opera di prevenzione e repressione in ordine al contrasto di attività illecite legate al fenomeno dell’uso e spaccio di sostanze stupefacenti dei carabinieri. In tale contesto i militari della Compagnia di Cremona hanno denunciato due extracomunitari ritenuti responsabili rispettivamente di detenzione ai fini di spaccio di sostanza stupefacente e detenzione abusiva di munizioni arma da fuoco.

La pattuglia dei militari, a seguito di un controllo attuato sulla base di alcune segnalazioni di privati cittadini che avevano notato alcuni movimenti sospetti messi in atto presso il parcheggio dei pullman di via Dante, ha individuato due giovani a ordo di un'auto: S.H. 29enne, nato in India, residente a Cicognolo, pregiudicato e A.J., 39enne, nato in Pakistan, residente a Cremona, pregiudicato.

Sottoposti a perquisizione personale, il primo dei due è stato trovato in possesso di 2 involucri contenenti 15 grammi di eroina. La successiva perquisizione presso le rispettive abitazioni ha permesso di rinvenire in casa di S.H. una boccetta contenente metadone e in casa di A.J. di una cartuccia d’arma da fuoco calibro 12.

© RIPRODUZIONE RISERVATA DI TESTI E FOTO

25 Marzo 2020

Commenti all'articolo

  • They

    2020/03/26 - 07:06

    Pregiudicati extracomunitari perché non sono stati rimpatriati subito con i primi arresti?

    Rispondi

  • Nicola

    2020/03/25 - 13:07

    Un grande applauso alle nostre Forze dell'Ordine. Alla faccia di chi abitualmente li offende e non li rispetta. Grazie di cuore per quello che fate!

    Rispondi

  • lupo

    2020/03/25 - 12:20

    Perché non vengono immediatamente rimpatriati? È una certezza che continueranno ad essere degli spacciatori.

    Rispondi