il network

Giovedì 02 Aprile 2020

Altre notizie da questa sezione

Blog


SESTO ED UNITI

Il Comune compra l’etilometro portatile e lo affida ai carabinieri

Sarà usato dai militari di Castelverde nel territorio sestese e dintorni, il sindaco: 'Prevenzione per evitare la guida in stato di ebbrezza'

PRECURSORE ETILOMETRICO

SESTO (16 febbraio 2020) - Vita dura anche sul territorio per chi si mette al volante dopo aver alzato il gomito. Il Comune di Sesto ha deciso infatti di comprare e prestare ai carabinieri di Castelverde il precursore etilometrico, vale a dire l’apparecchio portatile omologato dal ministero dei Trasporti in grado di misurare il tasso di alcol nel sangue di chi viene fermato per controlli stradali. L’anticamera dell’etilometro vero e proprio, insomma, al quale poi verrà sottoposto eventualmente il conducente se questo primo test preliminare sarà positivo. In poche parole, una volta fermato, il guidatore viene invitato a soffiare in un boccaglio monouso del dispositivo, dotato di un sensore elettrochimico capace di dare subito un responso veloce e affidabile, facendo comparire tre colori. Se si accende il verde non c’è nessun problema, se invece la luce è gialla o, peggio ancora, rossa, la persona fermata sarà sottoposta all’etilometro vero e proprio e rischia grosso. Per questo investimento la giunta del sindaco Francesca Maria Viccardi ha speso circa 2mila euro. Naturalmente i militari potranno usare il precursore anche fuori dal territorio comunale di Sesto, sulle strade cioè degli altri comuni affidati alla loro giurisdizione: Castelverde, Olmeneta e Pozzaglio.

© RIPRODUZIONE RISERVATA DI TESTI, FOTO E VIDEO

15 Febbraio 2020