il network

Giovedì 27 Febbraio 2020

Altre notizie da questa sezione


BASSA PIACENTINA. BULLISMO

La battaglia di Raffaele, su Tik Tok per dire basta all’odio

Milioni di visualizzazioni per gli spot e le dirette del 25enne di Monticelli: «Voglio aiutare i giovani». Affetto da malattia congenita, vuole fermare le cattiverie: «Date peso alle parole, siamo tutti speciali»

La battaglia di Raffaele, su Tik Tok per dire basta all’odio

Raffaele Capperi, 25enne di Monticelli d'Ongina

MONTICELLI D'ONGINA (15 febbraio 2020) - I social network molto spesso diventano veicolo di cattiverie e bullismo, il 25enne Raffaele Capperi ha invece deciso di utilizzarli per combattere gli odiatori seriali e trasmettere messaggi positivi: partendo dalla sua esperienza personale, che lo ha costretto a difendersi dall’astio fin da bambino, ha lanciato su Tik Tok video con gli hashtag #bastabullismo e #bastagiudicare. In pochi giorni ha superato i 100mila followers e il milione di visualizzazioni. Raffaele, che lavora come magazziniere a Piacenza, ha la rara sindrome di Treacher-Collins: «Ho subito sette interventi chirurgici e ne dovranno seguire altri – spiega –. All’asilo i bambini mi evitavano, alcuni quando mi vedevano piangevano. Alle superiori ho avuto problemi anche con gli insegnanti, quasi spazientiti dalle mie difficoltà. Ho subito bullismo e lo subisco ancora. Basti dire che quando ho messo il mio primo video su Tik Tok mi hanno scritto ‘Sei brutto’, ‘Faccia da cavallo’, qualcuno mi ha addirittura augurato la morte».

[GUARDA IL VIDEO]

© RIPRODUZIONE RISERVATA DI TESTI, FOTO E VIDEO

15 Febbraio 2020