il network

Mercoledì 03 Giugno 2020

Altre notizie da questa sezione


CREMONA

Liuteria e Coronavirus, in Cina è tutto bloccato: 'Ripercussioni pesanti'

Grisales: 'Cerchiamo di potenziare la nostra presenza in America e in Europa'

Liuteria e Coronavirus, in Cina è tutto bloccato: 'Ripercussioni pesanti'

CREMONA (14 febbraio 2020) -  La fiera di Guang Zhou, che si sarebbe dovuta svolgere in questi giorni, è stata ovviamente e inevitabilmente annullata a causa dell’epidemia di Coronavirus; e a maggio a Pechino dovrebbe esserci un altro appuntamento fieristico tradizionale per la liuteria internazionale, ma non è detto che si faccia: bisogna vedere come evolve la situazione. E così sale la preoccupazione anche del Consorzio Antonio Stradivari. Non la nasconde il presidente Giorgio Grisales: «È tutto bloccato, così ci dicono i nostri corrispondenti commerciali da Taiwan — continua —. Ho dovuto aspettare una settimana perché trovassero un aereo cargo per procedere poi alla spedizione degli strumenti. Credo che gli effetti del Coronavirus sulla nostra liuteria ci saranno, per questo stiamo correndo ai ripari. La preoccupazione per chi punta tutto sul mercato del sud est asiatico è forte. Stiamo pensando di potenziare la nostra presenza negli Stati Uniti e in Europa».

© RIPRODUZIONE RISERVATA DI TESTI, FOTO E VIDEO

13 Febbraio 2020

Commenti all'articolo

  • Antonio

    2020/02/14 - 09:32

    La città già soffre di suo per la crisi del commercio se poi soffrirà anche la liuteria sarà un disastro totale.

    Rispondi