Cerca

Eventi

Tutti gli appuntamenti

Eventi

SULLE STRADE DELLA PROVINCIA

Maxi ingorgo di tir a Cavatigozzi

Dopo il deragliamento di Lodi, ripercussioni sul traffico merci e afflusso record di mezzi pesanti. Codognese ferma e code fino a Sesto, bloccato anche il Peduncolo. A Spinadesco sindaco in strada

Cinzia Franciò

Email:

cfrancio@laprovinciacr.it

11 Febbraio 2020 - 17:28

A Cavatigozzi maxi ingorgo di tir

CAVATIGOZZI (11 febbraio 2020) - Maxi ingorgo, oggi nel primo pomeriggio, con lunghe code di camion e di auto lungo la Codognese, il Peduncolo e la Paullese. A bloccare la circolazione è stato un afflusso straordinario di mezzi pesanti che ha intasato la rotonda di via Acquaviva e quella di Cavatigozzi. La coda sulla Codognese è arrivata fino a Sesto. Impraticabile il Peduncolo, con camion e auto che hanno ingranato la retromarcia per tornare allo svincolo di entrata sulla Paullese o hanno addirittura fatto inversione. All’origine del maxi ingorgo ci sono le ripercussioni sul traffico merci del tragico incidente del Frecciarossa deragliato a Ospedaletto Lodigiano. A Spinadesco è sceso in strada il sindaco Roberto Lazzari per far rispettare personalmente insieme al cantoniere Roberto Puliti e al vigile Giorgio Cabrini, il divieto di transito ai tir sulla via Marconi, unico collegamento rimasto aperto con la città. Sul posto sono intervenute anche due pattuglie della polizia locale di Cremona, guidate dal comandante Pier Luigi Sforza.

[GUARDA IL VIDEO]

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su La Provincia

Caratteri rimanenti: 400