Cerca

Eventi

Tutti gli appuntamenti

Eventi

CREMONA. EDIFICI COMUNALI

Patrimonio «malato», operazione sicurezza

Il monitoraggio era stato disposto dopo il distacco di calcinacci e altre evidenze di degrado

Mauro Cabrini

Email:

dduchi@laprovinciacr.it

12 Gennaio 2020 - 07:42

Patrimonio "malato", al via l'operazione check up

CREMONA (12 gennaio 2020) - Le autorizzazioni a procedere rilasciate dalla Soprintendenza, indispensabili visti i vincoli stringenti che regolano ogni intervento su quel tipo di edifici, erano arrivate a settembre sulla scrivania del vice sindaco con delega al Patrimonio, Andrea Virgilio: la macchina dei controlli si era messa in moto allora e adesso, poco più di tre mesi dopo, il check up sul municipio e sugli altri immobili di proprietà comunale, finalizzato ad una capillare revisione per la sicurezza, è sostanzialmente completato. E le indagini diagnostiche finalizzate a verificare le precise condizioni strutturali dei palazzi, per poi chiarire se e nel caso quale eventuale operazione di sistemazione fosse necessario fare, hanno evidenziato problematiche serie. Che richiederanno, inevitabilmente, anche una spesa non indifferente. Sotto la lente, in particolare, sono finiti il municipio — le arcate prospicienti Piazza del Comune, un soffitto interno e lo scalone principale che porta in sala Alabardieri —, la Loggia del Militi in piazza Sant’Antonio Maria Zaccaria e palazzo Ala Ponzone in corso Vittorio Emanuele II.

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su La Provincia

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • romeo.morini

    12 Gennaio 2020 - 07:53

    Incassare le multe (meno del 50% pagate) con quelli forse non si aggrava ulteriormente sui cittadini

    Report

    Rispondi