Cerca

Eventi

Tutti gli appuntamenti

Eventi

CELLA DATI

In parrocchiale capodanno diverso di preghiera e veglia

La chiesa trasformata in stalla dal parroco don Zanaboni sarà aperta fino alle 23,45: 'Non tutti hanno voglia di brindisi e feste'

Francesco Pavesi

Email:

fpavesi@cremonaonline.it

30 Dicembre 2019 - 08:16

In parrocchiale capodanno diverso di preghiera e veglia

CELLA DATI (30 dicembre 2019) - Un capodanno alternativo, di veglia e preghiera, lontano da brindisi, feste e botti, aperto non solo ai fedeli dell’unità pastorale di Cella Dati, Pugnolo, Sospiro, Tidolo, Longardore, San Salvatore e Derovere, ma a tutto il territorio e alla città di Cremona. Quest’anno il parroco don Umberto Zanaboni ha deciso di aprire le porte della chiesa parrocchiale di Santa Maria Assunta dalle 21 alle 23.45 per tutti coloro che vogliono trascorrere la conclusione del 2019 e l’inizio del 2020 in modo diverso.

«Ci sono persone sole o altre che per i più svariati motivi non hanno voglia di festeggiare – spiega il parroco – e per questo ho deciso di dedicare loro un momento diverso, di preghiera, raccoglimento e meditazione. In attesa di un nuovo anno tutti assieme per adorare, ringraziare e chiedere perdono. Le porte rimarranno aperte anche solo per una piccola visita, per chi desideri staccarsi da cene e feste e incontrare il Signore in un momento di preghiera».

E la cornice in cui si festeggerà sarà davvero suggestiva. La chiesa parrocchiale di Cella Dati infatti, sulla scia della natività della notte di Natale, infatti è stata trasformata in una stalla. Con il fieno sparso a terra che emana il proprio profumo in tutte le navate. 

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su La Provincia

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • 3698

    30 Dicembre 2019 - 18:03

    Se c'è un valore aggiunto al cristianesimo sono le chiese capolavori di arte in qualunque epoca……. e questo Don la trasforma in una stalla? Vista la foto ….orribile....

    Report

    Rispondi