Cerca

Eventi

Tutti gli appuntamenti

Eventi

NATALE IN CATTEDRALE

Parrocchie vuote, il vescovo: «Ma Gesù non passa di moda»

La messa solenne celebrata da Napolioni e il futuro della Chiesa

Cinzia Franciò

Email:

cfrancio@laprovinciacr.it

27 Dicembre 2019 - 07:21

Parrocchie vuote, il vescovo: «Ma Gesù non passa di moda»

CREMONA (27 dicembre 2019) - È stata la terza messa natalizia del vescovo Antonio Napolioni — la prima alla mezzanotte in Cattedrale, la seconda alle 9 del mattino nella casa circondariale di via Ca’ del Ferro — quella celebrata solennemente in Duomo alle 11 di mercoledì. Nella messa della notte aveva invitato a porsi di fronte al mistero del Natale «con rinnovato stupore e consapevolezza adulta del nostro bisogno di salvezza». Nell’omelia del pontificale — in una Cattedrale al completo nella quale non tutti hanno trovato il posto per sedersi — la riflessione sul passo del Prologo evangelico di San Giovanni nel quale il Battista afferma: «Colui che viene dopo di me mi è passato avanti perché era prima di me». Sono le parole che monsignor Napolioni legge ogni giorno quando prega nella cappella del palazzo vescovile, perché scritte, in latino (Ante me factus est), sopra la tela che raffigura un abbraccio tra Gesù e Giovanni Battista. «Non è un indovinello — ha commentato — ma un messaggio che ci ricorda chi è colui che è l’Alfa e l’Omega, il principio e la fine: è Gesù che ci precede, ci accompagna e ci sorpassa non per lasciarci soli ma per aiutarci a comprendere bene cosa c’è dopo di noi». Perché «in lui c’è sempre più vita». Questo tempo ha bisogno di cristiani «convinti che Gesù non passa di moda» e che «dopo di noi lui farà ancora meraviglie».

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su La Provincia

Caratteri rimanenti: 400