Cerca

Eventi

Tutti gli appuntamenti

Eventi

CASTELLEONE

Truffa dei finti incidenti, le vittime non ci cascano

Stessa telefonata: «Buongiorno, suo figlio è rimasto coinvolto in un sinistro stradale: servono subito dei soldi per pagare i danni ed evitare le vie legali». Ma da due pensionati la risposta è stata pronta e negativa

Daniele Duchi

Email:

dduchi@laprovinciacr.it

17 Dicembre 2019 - 07:27

Truffa dei finti incidenti, le vittime non ci cascano

CASTELLEONE (17 dicembre 2019) - Stavolta le vittime non hanno abboccato, stroncando sul nascere il tentativo di raggiro. Ma l’insidia è tornata. Si tratta della truffa dei finti incidenti stradali, quasi sempre perpetrata ai danni di persone anziane: «Buongiorno, suo figlio è rimasto coinvolto in un sinistro stradale: servono subito dei soldi per pagare i danni ed evitare le vie legali. Mando qualcuno a prenderli». Questo, più o meno, il tenore delle telefonate che due pensionati castelleonesi hanno ricevuto nei giorni scorsi, sul numero fisso della propria abitazione. In entrambi i casi la risposta è stata pronta e negativa. Il tranello, insomma, non è scattato. Però la minaccia, sopita da qualche tempo, pare sia di nuovo d’attualità.

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su La Provincia

Caratteri rimanenti: 400