Cerca

Eventi

Tutti gli appuntamenti

Eventi

ROBECCO D'OGLIO

Violenza sessuale, lesioni personali e porto d’armi: arrestato 77enne

L'uomo, residente nel Bresciano, lo scorso 24 agosto tentò di stuprare una ultraottantenne nel piazzale del cimitero

Daniele Duchi

Email:

dduchi@laprovinciacr.it

13 Dicembre 2019 - 15:06

Violenza sessuale, lesioni personali e porto d’armi: arrestato 77enne

ROBECCO D'OGLIO (13 dicembre 2019) - Lo scorso 24 agosto un’anziana ultraottantenne è stata la vittima di un tentato stupro avvenuto mentre si trovava presso il cimitero di Robecco d’Oglio, dove quotidianamente si recava per far visita alla tomba del marito. Appena uscita dal cancello, la donna veniva afferrata per un braccio e l’aggressore, che si trovava alle sue spalle, le tappava la bocca con una mano. L’uomo, mentre la tratteneva le strappava la maglietta toccandola in parti intime, cercava di trascinarla verso il parcheggio ma l’azione violenta veniva interrotta dal sopraggiungere di un’altra donna, che dopo aver parcheggiato la sua auto si dirigeva verso di loro avendo udito le richieste d’aiuto della vittima. L’uomo si allontanava a bordo di un’auto e l’anziana veniva soccorsa dalla donna sopraggiunta che richiedeva l’intervento dei sanitari. Infatti l’anziana era stata anche ferita alla mano con un taglierino.

I Carabinieri della Compagnia di Cremona, a seguito della denuncia, avviavano immediatamente le ricerche del possibile aggressore, acquisivano le testimonianze della vittima, dei testimoni e le immagini delle telecamere sulle possibili vie percorse dall’aggressore. Sono così risaliti all'identità dell'aggressore, un 77enne residente in provincia di Brescia, pregiudicato. I militari hanno raccolto numerose prove nei suoi confronti, rilevando inoltre un’inquietante analogia con un fatto analogo risalente a dieci anni prima perpetrato a Casalbuttano. In entrambi i casi l’aggressore ha aggredito sessualmente, provocando loro lesioni, donne anziane che si trovavano sole e certamente incapaci di opporre una difesa efficace.

A seguito delle indagini eseguite dai Carabinieri, in virtù dell’età avanzata del soggetto, il Tribunale di Cremona emetteva un’Ordinanza per l’applicazione della misura cautelare degli arresti domiciliari, eseguita nei giorni scorsi dai militari della Compagnia di Cremona.

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su La Provincia

Caratteri rimanenti: 400