Cerca

Eventi

Tutti gli appuntamenti

Eventi

BUFERA PER UN POST SUI SOCIAL

'Sardine nere', Burgazzi: "Non intendevo offendere nessuno"

L'ex segretario cittadino della Lega: "Per quanto riguarda l'accusa, chiaramente tendenziosa, di razzismo, preciso che sono felicemente sposato con una donna straniera, pertanto mi sembra del tutto fuori luogo"

Daniele Duchi

Email:

dduchi@laprovinciacr.it

12 Dicembre 2019 - 09:25

Sardine nere, Burgazzi si è dimesso

CREMONA (12 dicembre 2019) - Prima il post sulle "sardine nere", poi la bufera social e quella politica che lo ha portato a dimettersi da segretario cittadino della Lega, mantenendo il ruolo in consiglio comunale e di presidente della Commissione vigilanza. Pietro Burgazzi interviene per la prima volta su quanto accaduto e lo fa con una nota: "In relazione al post da me, erroneamente condiviso, tengo a precisare che non intendevo offendere nessuno, in quanto il vocabolo sbagliato e frainteso intendeva essere una risposta politica non di genere. Pensando che stessero suonando strumenti a percussione, usavo un verbo, probabilmente inappropriato, in quanto frainteso. Ironizzando intendevo battere un tamburo, non ho usato termini come "prostituzione" o "meretricio", quindi non intendevo offendere nessuno. Come ripeto era una interpretazione del verbo del tutto goliardica senza nessuna intenzione di offendere. Per quanto riguarda l'accusa, chiaramente tendenziosa, di razzismo, preciso che sono felicemente sposato con una donna straniera, pertanto mi sembra del tutto fuori luogo. Al di là di questa spiacevole parentesi, mi scuso per un verbo da me involontariamente sbagliato, ma sentire dichiarazioni di sessismo e di razzismo da persone che quando si scrivono post contro Matteo Salvini chiedendone la morte con i suoi figli, mi sembra a dir poco irriverente. Ormai che venga facile strumentalizzare ogni cosa per tirare fieno in cascina, è risaputo, ma ripeto, non intendevo "assolutamente" usare il verbo "battere" come lorsignori hanno inteso. Al di là di questo sto facendo indagini sul come e perché è nata questa polemica, visto che non sarebbe la prima volta che mi vengono imputati commenti su post da me non scritti. Poi seguiranno precisazioni in merito. Pietro Burgazzi".

 

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su La Provincia

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • vania.1306

    12 Dicembre 2019 - 12:42

    Solo quelli di sinistra credono di avere il diritto di offendere la Lega, i leghisti e Matteo Salvini

    Report

    Rispondi

    • 676

      12 Dicembre 2019 - 15:02

      @Vania. Se non offendessero, allora non sarebbero di sinistra!

      Report

      Rispondi

  • 676

    12 Dicembre 2019 - 12:16

    @Anna. Raccontare la realta' e dire la verita', non vuol dire "girare la frittata". Se quest'anno lei non ha fatto il presepio e ha tolto il crocifisso da casa sua, allora devo proprio pensare che, a proposito di "girare e rivoltare", lei ha dimostrato di avere un solo lato su cui dormire. Ci pensi.

    Report

    Rispondi

    • annacarra86

      12 Dicembre 2019 - 14:07

      vero: non sono cattolica e quindi non ho fatto il presepe, non rimprovero chi lo fa ma nemmeno voglio che mi costringano a farlo. mi considero una cittadina del mondo: a scuola ho imparato l'educazione civica, la costituzione, il rispetto per gli altri. ah io dormo da tutti i lati e anche a pancia in su e in giù con e senza cuscino. sonni tranquilli. in alto i cuori

      Report

      Rispondi

      • 676

        12 Dicembre 2019 - 14:56

        @Anna. Curioso. Chi la costringe a fare il presepio? A scuola. fra le tante cose studiate, lei dice di aver imparato il rispetto per gli altri. Ma ha dimenticato che il rispetto si da a chi lo merita, non certo a ladri e strupatori, a spacciatori ed assassini di tutte le etnie che arrivano in Italia e vivono indisturbati dei loro traffici e dei loro crimini. In Italia non si vive in sicurezza.

        Report

        Rispondi

  • annacarra86

    12 Dicembre 2019 - 10:02

    .. ah e poi se qualche persona poco civile minaccia di morte qualcun altro, magari non lascia morire in mare le persone...

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti