Cerca

Eventi

Tutti gli appuntamenti

Eventi

CREMONA. A SCUOLA CON IL CAPPOTTO

Scotch alle finestre, il Torriani è al gelo

Temperature polari nei laboratori e in molte aule a piano terra Molti termosifoni non scaldano e gli infissi fanno entrare aria

Cinzia Franciò

Email:

cfrancio@laprovinciacr.it

10 Dicembre 2019 - 07:02

Scotch alle finestre, il Torriani è al gelo

CREMONA (10 dicembre 2019) - «Nei laboratori c’erano 11 gradi, ma nelle classi al piano terra non va certo meglio. Siamo andati a misurare le temperature al piano terra e nella zona dei laboratori di elettronica e automazione. Le temperature sono ben sotto i 18 e 20 gradi previsti dalla normativa». Così, ieri mattina, Marco Bonvissuto, rappresentante di istituto, e Alessandro Tangorra hanno iniziato a illustrare l’emergenza freddo al Torriani. C’è chi ha fatto lezione nel bar, dove il riscaldamento funziona meglio, chi, invece, si è ritrovato a far lezione col giaccone. È accaduto agli studenti del laboratorio di automazione: «Funzionano due termoconvettori su cinque, ma anche se funzionassero al massimo non riuscirebbero a riscaldare il laboratorio, sono modelli troppo vecchi — afferma Vincenzo Senatore, responsabile dell’ufficio tecnico —. Il calo delle temperature è legato non tanto al malfunzionamento dell’impianto, ma ai termosifoni vecchi e alla struttura in sé, agli infissi che fanno passare aria, anche quando le finestre sono chiuse. Siamo allo scotch alle finestre».  

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su La Provincia

Caratteri rimanenti: 400