Cerca

Eventi

Tutti gli appuntamenti

Eventi

BASSA PIACENTINA

Operazione 'White cookies', in manette 13 persone

Lo spaccio di droga avveniva prevalentemente a Caorso e Monticelli, dove i pusher marocchini arrivavano dal Milanese tramite il ponte sul Po di San Nazzaro

Daniele Duchi

Email:

dduchi@laprovinciacr.it

09 Dicembre 2019 - 13:58

Droga

MONTICELLI D'ONGINA (9 dicembre 2019) - Sono 13 le persone finite in manette per spaccio di droga nelle province di Piacenza, Milano, Pavia, Torino e Crotone grazie all’indagine “White cookies” dei militari del nucleo operativo di Piacenza. I dettagli sono stati forniti stamattina in conferenza stampa in Procura. Lo spaccio avveniva prevalentemente a Caorso e Monticelli, dove i pusher marocchini arrivavano dal Milanese tramite il ponte sul Po di San Nazzaro. Inizialmente ad aiutarli sono stati due piacentini di 40 e 47 anni residenti a Caorso e Cortemaggiore, già fermati in marzo perché stavano trasportando droga occultata in una confezione di biscotti. Quando questi sono stati sospettati di aver rubato cocaina, i marocchini si sono rivolti ad una nota famiglia cutrese con base a Monticelli d’Ongina: padre e figlio sono stati a loro volta arrestati perché accusati di aver importato droga dalla Calabria. Il provvedimento emesso dal gip del Tribunale di Piacenza, su richiesta della locale Procura della Repubblica, ha disposto 9 custodie cautelari in carcere e 2 agli arresti domiciliari, oltre a 2 obblighi di firma. Sono stati sequestrati circa 400 grammi di cocaina ed eroina.

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su La Provincia

Caratteri rimanenti: 400