Cerca

Eventi

Tutti gli appuntamenti

Eventi

ECONOMIA

Padania Acque acquisisce il ramo idrico di Aspm Soresina

Il gestore: 'Nel prossimo mese di dicembre finalizzeremo anche l’operazione relativa al ramo idrico di Gisi di Casalmaggiore. Il processo di consolidamento del settore idrico provinciale quindi continua e con l’acquisizione degli asset di Pandino, in programma per il 2020, potrà dirsi concluso'

Francesco Pavesi

Email:

fpavesi@cremonaonline.it

29 Novembre 2019 - 19:31

Padania Acque acquisisce il ramo idrico di Aspm Soresina

SORESINA (29 novembre 2019) - Padania Acque ha acquisito il ramo d’azienda costituito dagli asset idrici di Aspm Soresina. L'operazione è stata perfezionata presso lo studio del notaio Ferrigno di Crema e avrà efficacia da domani.

«L’acquisizione delle reti ed impianti di Aspm Soresina– ha commentato il presidente di Padania Acque Claudio Bodini - si inserisce nella politica di continuità del riordino del territorio cremonese del servizio idrico integrato. Un’altra importante tessera dello scacchiere provinciale a servizio dei cittadini di Soresina e di tutta la provincia è stata collocata, il che significa miglioramento dell’erogazione dell’acqua potabile e della depurazione delle acque reflue. Nei prossimi giorni, gli studenti e gli sportivi di Soresina potranno utilizzare i nuovi Acqua Point installati dalla nostra società per diffondere l’uso della buona e controllata acqua delle nostre reti».

Soddisfazione per la chiusura dell’affidamento delle reti e degli impianti al gestore unico del servizio idrico cremonese è stata espressa anche dal presidente di Aspm Soresina Marco Ghirri, il quale ha dichiarato che «si è concluso un percorso durato qualche anno. Dopo la gestione della rete, già trasferita a suo tempo, si è completato questo ultimo passaggio. Ringrazio chi delle due società ha seguito tale processo di cessione e mi auguro che la collaborazione tra Padania Acque e Aspm possa proseguire anche oltre il supporto che diamo a cittadini di Soresina tramite le attività di sportello dell’acqua che è attivato in convenzione con Padania Acque».

«Con l’atto di acquisizione di Aspm Soresina – ha commentato l’amministratore delegato di Padania Acque Alessandro Lanfranchi – proseguiamo il percorso di razionalizzazione del servizio pubblico più essenziale per la vita dei cittadini. L’acquisizione delle reti e degli impianti delle società patrimoniali territoriali, in adempimento del mandato ricevuto dai sindaci-soci, è fondamentale per migliorare la qualità e l’efficienza del servizio erogato».

Il direttore generale di Padania Acque Stefano Ottolini ha dichiarato: «In analogia a quanto avvenuto per Aem, Scrp e Asm Castelleone ha trovato esecuzione, oggi, l’acquisto del ramo idrico di Aspm Soresina. Nel prossimo mese di dicembre finalizzeremo anche l’operazione relativa al ramo idrico di Gisi di Casalmaggiore. Il processo di consolidamento del settore idrico provinciale quindi continua e con l’acquisizione degli asset di Pandino, in programma per il 2020, potrà dirsi concluso».

© RIPRODUZIONE RISERVATA DI TESTI E FOTO

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su La Provincia

Caratteri rimanenti: 400