Cerca

Eventi

Tutti gli appuntamenti

Eventi

CREMONA

Commozione indescrivibile per l'addio a Silvia Braga

Duomo gremito, tantissimi i bambini per l'ultimo saluto alla maestra e fondatrice dell'associazione Occhi Azzurri

Francesco Pavesi

Email:

fpavesi@cremonaonline.it

29 Novembre 2019 - 17:03

Commozione incredibile per l'addio a Silvia Braga

CREMONA (29 novembre 2019) - Cattedrale di Cremona gremita per l'ultimo saluto a Silvia Braga, la 46enne maestra della Trento Triestre e fondatrice, insieme al marito Filippo Ruvoli, dell'associazione Occhi azzurri, nata dall’esigenza della sua famiglia di affrontare una patologia genetica rara di cui è affetto il figlio Orlando (la coppia ha un altro bambino che si chiama Sebastiano). Colleghi, amici, cittadini e moltissimi bambini si sono stretti introno alla famiglia di Silvia per un lungo, commosso e partecipato addio.

"La morte di Silvia - ha scritto su Facebook il sindaco Gianluca Galimberti - mi ha lasciato senza parole, mi ha sconvolto. Come me ha lasciato senza parole e ha sconvolto molti cremonesi. Quelli che l’hanno conosciuta e quelli che non l’hanno conosciuta, perché questa è una tragedia grande, enorme, inspiegabile. Ho incontrato Silvia grazie all’Associazione Occhi Azzurri Onlus, l’ho incontrata che teneva per mano e abbracciava Orlando, vicino a suo marito Filippo e al figlio Sebastiano. L’ho incontrata nella battaglia contro una malattia, nell’amore infinito di madre, nella cura e nella speranza senza riserve di donna. E ringrazio per questo incontro. Oggi è il giorno del ricordo, della preghiera, della vicinanza alla famiglia, agli amici, ai colleghi, ai suoi studenti..è il giorno del silenzio. Cremona si stringe intorno a Filippo, ai loro figli bellissimi, a tutta la famiglia di Silvia e la accompagna in questo viaggio".

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su La Provincia

Caratteri rimanenti: 400