Cerca

Eventi

Tutti gli appuntamenti

Eventi

CREMONA

Festa del Torrone 2019, il Premio Bontà al chirurgo Marco Stabile

Il riconoscimento elargito dall’azienda Rivoltini: "La chirurgia che cambia la vita"

Francesco Pavesi

Email:

fpavesi@cremonaonline.it

17 Novembre 2019 - 18:15

Festa del Torrone 2019, il Premio Bontà al chirurgo Marco Stabile

CREMONA (17 novembre 2019) - Il Premio Bontà, istituito da Rivoltini, storica azienda di Vescovato nota nel mondo per la sua produzione di torrone tradizionale, assegnato nell'ambito della Festa del Torrone è andato al cremonese Marco Stabile, chirurgo e socio fondatore di Aicpe Onlus (Associazione Italiana di Chirurgia Plastica Estetica), nata con lo scopo di svolgere attività di beneficenza e solidarietà in favore di persone svantaggiate a causa di sfavorevoli condizioni psico-fisiche o economico-sociali, con particolare attenzione ai Paesi in via di sviluppo. Stabile è stato premiato per “essersi distinto per atti di generosità lontani dai riflettori, per aver dedicato il proprio tempo e la propria vita ad aiutare il prossimo”.

«Ricevere questo premio ha un significato molto importante-dichiara il dottore Stabile- soprattutto perché ripaga, non solo me e tutti i collaboratori, ma l’associazione che presiedo da 4 anni per l’impegno profuso. Il riconoscimento vale, ovviamente, anche a far conoscere in tutto il mondo quanto bene è possibile fare solo volendolo». Marco Stabile dedica da anni gratuitamente il proprio tempo libero alla cura di patologie molto gravi, le ultime missioni, ad esempio, l’hanno portato in Africa e in Sud America, rispettivamente Benin e Paraguay, dove ha portato a termine il programma "Ñemyatyro Paraguay" (chirurgia che cambia la vita), che ha previsto la realizzazione di interventi chirurgici a beneficio di pazienti in gravi condizioni e privi dei mezzi economici sufficienti.

«Le due missioni ci hanno permesso di aiutare le popolazioni che, in alcuni casi, hanno bisogno proprio di tutto- ha detto ancora Stabile-, dalla cura dei tumori alle ustioni, dal labbro leporino al morbo di Von Recklinghausen. Un caso relativo a quest’ultima patologia mi ha particolarmente segnato perché è stata rimossa una grossa massa dalla guancia di un paziente di 25 anni che gli deturpava il viso, che successivamente è stato ricostruito». 

«La festa del torrone ha da sempre come priorità quella di coinvolgere tutto l’ambiente cremonese e non solo chi è legato al torrone direttamente- dichiara Massimo Rivoltini – L’evento è l’occasione per coinvolgere la città di Cremona a 360°, che ha non solo un patrimonio gastronomico ed artistico già riconosciuto, ma anche e soprattutto umano. Il nostro obiettivo è di dare visibilità a tutti i cremonesi che stanno facendo grandi cose nell’ambito del volontariato, che sono meno sotto i riflettori, nella speranza di far emergere queste persone che si spendono per gli altri e sono orgogliosamente cremonesi. Noi come Rivoltivi ci teniamo molto e siamo lieti di intraprendere questo percorso con il Dott. Marco Stabile che oltre ad essere un carissimo amico dagli anni ’70, eravamo compagni di banco al liceo, è soprattutto una bella persona che da sempre si mette a disposizione di chi ha bisogno attraverso la sua professionalità ed entusiasmo. Vogliamo iniziare con lui e spero che questo evento diventi una consuetudine della nostra azienda».

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su La Provincia

Caratteri rimanenti: 400