il network

Domenica 08 Dicembre 2019

Altre notizie da questa sezione


CREMONA

Inaugurata anche in Tribunale la mostra fotografica 'Il chiaroscuro del Carcere'

In 28 scatti, viene rappresentato il percorso del detenuto dal momento del suo ingresso in carcere a San Vittore, ma idealmente in ogni luogo di detenzione, fino alla collocazione in cella

Inaugurato anche in Tribunale la mostra fotografica 'Il chiaroscuro del Carcere'

CREMONA (14 novembre 2019) - La Camera Penale di Cremona e Crema 'Sandro Bocchi', molto attiva nella promozione di iniziative di sensibilizzazione e sostegno sui temi importanti della giustizia, ha inaugurato anche in Tribunale la mostra fotografica 'Il chiaroscuro del Carcere', già presentata lo scorso 7 novembre all’interno della Casa Circondariale di Cremona. L’importante iniziativa si è tenuta questa mattina presso il Tribunale di Cremona, alla presenza del Presidente del Tribunale di Cremona, dott.ssa Anna Di Martino.

Presenti anche, rappresentanza della Casa Circondariale, il responsabile degli educatori, Dott. Enrico Leo, e l’Ispettore Superiore della Polizia penitenziaria Angelo Grassedonia. Presente al gran completo la Camera Penale di Cremona e Crema 'Sandro Bocchi', con il presidente avv. Alessio Romanelli, il vice presidente avv. Micol Parati, il segretario avv. Laura Negri e il tesoriere Vittorio Patrini. Per l’ordine degli avvocati di Cremona era presente l’avv. Marco Simone in rappresentanza del presidente avv. Marzia Soldani.

La Presidente del Tribunale, dott.ssa Anna di Martino, ha espresso parole di apprezzamento ed ha accolto con molto entusiasmo la lodevole iniziativa, proponendo la divulgazione dell’iniziativa anche attraverso il sito web del tribunale e auspicando per il futuro, la promozione di ulteriori iniziative in favore del mondo carcerario, sottolineando in particolare l’importanza del ruolo del lavoro per il reinserimento sociale dei detenuti.

Nel corso dell’inaugurazione, il presidente avv. Romanelli ha illustrato il duplice significato della mostra, che ha preso le mosse da un’iniziativa ideata e realizzata nel 2013 dalla Camera Penale di Milano, in collaborazione con l’Associazione Nazionale Magistrati di Milano: accompagnare il visitatore in un immaginario viaggio attraverso i luoghi e le emozioni di chi intraprende l’esperienza carceraria e raccogliere fondi da destinare al carcere di Cremona.

In 28 scatti, viene rappresentato il percorso del detenuto dal momento del suo ingresso in carcere a San Vittore, ma idealmente in ogni luogo di detenzione, fino alla collocazione in cella, per mostrare e condividere le emozioni che la dura realtà inframuraria suscita in coloro che sono estranei a questo mondo.

La rassegna rimarrà esposta al primo piano del Tribunale di Cremona fino al prossimo 10 dicembre

Sarà possibile acquistare le singole fotografie al costo di € 60,00 cadauna, con la promozione per l’acquisto di due fotografie al costo complessivo di € 100,00. I fondi così raccolti, saranno destinati a finanziare progetti volti alla risocializzazione e al reinserimento della locale Casa Circondariale e al reinserimento ed all’acquisto di materiale in favore dei detenuti.

L’invito personale del Presidente e del Direttivo della Camera Penale di Cremona e Crema 'Sandro Bocchi', rivolto a tutte le categorie sociali ed alla cittadinanza, è quello di voler visitare la mostra e acquistare le fotografie , facendone richiesta al seguente indirizzo di posta elettronica camerapenalecr@gmail.com, contribuendo in tal modo alla campagna di sensibilizzazione che, simbolicamente, vuole illuminare il percorso di Chiaroscuro di coloro che appartengono al mondo apparentemente invisibile del carcere.

14 Novembre 2019