il network

Domenica 17 Novembre 2019

Altre notizie da questa sezione


CREMONA

Muri imbrattati, condanna e risarcimento

Inflitti tre mesi di reclusione (pena sospesa) al leader del Kavarna Andrea Tronco e ad Irene Negroni. Il blitz nell’agosto di due anni fa. Dovranno ripagare i danni al Comune e ai proprietari di un edificio

Muri imbrattati, condanna e risarcimento

I muri imbrattati dagli anarchici sotto Galleria XXV Aprile

CREMONA (6 novembre 2019) - Sono stati condannati a 3 mesi di reclusione e a 1000 euro di multa ciascuno (pena sospesa per entrambi) Andrea Tronco (leader del centro sociale Kavarna) e Irene Negri per aver imbrattato i muri di una trentina di palazzi pubblici, come palazzo Magio Grasselli di via XX Settembre, e privati, in più punti della città. E dovranno risarcire mille euro di danni (una provvisionale immediatamente esecutiva) sia al Comune sia ai proprietari di un edificio. Il blitz è avvenuto nell’agosto di due anni fa. 

Così il sindaco Gianluca Galimberti in un post sulla sua pagina Facebook: «Ho fortemente voluto - esponendomi in prima persona - denunciare chi nell’agosto del 2017 ha rovinato i muri della città, quelli pubblici con le scritte su Palazzo Grasselli e quelli privati di alcuni cittadini, indignati come me per l’inciviltà di questo gesto. Ho testimoniato al processo. Oggi, a due anni di distanza dai fatti, la condanna a 3 mesi di reclusione (pena sospesa) e l’obbligo di risarcire il Comune, quindi la città, con una somma di 1000 euro. Adesso probabilmente si aprirà la fase dell’appello, dunque il procedimento andrà avanti. Intanto, la città porta a casa una piccola ma importante vittoria contro quelle persone - di qualsiasi colore politico - che rovinano il bene comune e i beni altrui e, così facendo, non solo non ottengono nulla (se non qualche articolo sul giornale), ma sporcano l’immagine della nostra bellissima Cremona. Che non merita questo!»

© RIPRODUZIONE RISERVATA DI TESTI, FOTO E VIDEO

06 Novembre 2019

Commenti all'articolo

  • arcelli

    2019/11/06 - 22:10

    3 mesi e 1000€ che ridicoli..................son figli di papà ma risulteranno nullatenenti e nullafacenti i poveri ragazzi.Non arriverà 1 euro immagino

    Rispondi