Cerca

Eventi

Tutti gli appuntamenti

Eventi

ORZINUOVI. IL CASO

Frase xenofoba, l'assessore si dimette

Le scuse, arrivate subito dopo la gaffe, non hanno placato gli animi e così Binda ha rassegnato le sue dimissioni

Cinzia Franciò

Email:

cfrancio@laprovinciacr.it

05 Novembre 2019 - 16:22

Frase xenofoba, l'assessore si dimette

Leonardo Binda

ORZINUOVI (5 novembre 2019) - «Qual è quell'animale grasso che vive in acqua? Il negro!». Una battuta, certo delle più infelici e per i più decisamente razzista, alla fine è costata al più giovane assessore della storia orceana il suo posto in giunta. Oggi sono arrivate le dimissioni di Leonardo Binda, 21enne del Carroccio di origine soncinese, accolte dal sindaco Giampietro Maffoni, senatore di Fratelli d'Italia alla guida di una coalizione di centro-destra a trazione leghista. Binda resta consigliere senza deleghe.

L'ex responsabile della cultura nella Capitale della Bassa era finito nell’occhio del ciclone sui social dopo che qualcuno, denunciato ai carabinieri, aveva rubato da Instagram un video in cui il ragazzo pronunciava la triste freddura. A nulla sono valse le scuse e neppure le giustificazioni arrivate subito dopo la gaffe e così Binda ha rassegnato le sue dimissioni. Accettate.

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su La Provincia

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • kgraffittarok

    06 Novembre 2019 - 10:46

    Bene ha fatto.

    Report

    Rispondi