il network

Martedì 12 Novembre 2019

Altre notizie da questa sezione


DELITTO IN THAILANDIA

Tornate a casa le ceneri di Mario Ferrari

Consegnata l’urna ai parenti del dj 58enne assassinato nel Paese asiatico dal rivale in amore. Il fratello Giancarlo: «Chiediamo una pena severa e certa per quel delinquente». Venerdì i funerali

Tornate a casa le ceneri  di Mario Ferrari

Lo scatolone con l'urna delle ceneri di Mario Ferrari

CREMONA (5 novembre 2019) - Là, in Thailandia, dove la mattina del 20 ottobre scorso, domenica, ha trovato la morte in una strada di Khon Kaen per mano di un assassino che lo ha freddato con due colpi di pistola alla spalle, firmando un assurdo delitto per gelosia, nei giorni scorsi gli è stato dato l’ultimo saluto in una cappella: la bara bianca, sopra e accanto i vasi con i fiori rossi e bianchi. E sempre là, il corpo di Mario ‘Marietto’ Ferrari, 58 anni, pensionato e dj, è stato poi cremato per il rimpatrio. L’urna con le ceneri è arrivata ieri mattina all’interno di uno scatolone che ha viaggiato su un aereo atterrato all’aeroporto di Malpensa e da qui ha proseguito per Cremona. Venerdì, alle 10, nella chiesa della Beata Vergine di Caravaggio, in viale Concordia, si celebreranno i funerali di Marietto.  Il fratello Giancarlo: «Chiediamo una pena severa e certa per quel delinquente». 

© RIPRODUZIONE RISERVATA DI TESTI, FOTO E VIDEO

05 Novembre 2019