il network

Domenica 17 Novembre 2019

Altre notizie da questa sezione


CRONACA

Caccia con richiami vietati: sequestri ad Azzanello e Stagno Lombardo

Operazione della Stazione Carabinieri Forestale di Cremona in due distinte attività di controllo congiunte con personale della Polizia Provinciale Cremona

Caccia con richiami vietati: sequestri ad Azzanello e Stagno Lombardo

AZZANELLO/STAGNO LOMBARDO (18 ottobre 2019) - E’ di 3 richiami acustici, 2 batterie, 2 fucili e 40 tordi abbattuti il bilancio dell'operazione e del materiale sequestrato dai militari della Stazione Carabinieri Forestale di Cremona in due distinte attività di controllo congiunte a personale della Polizia Provinciale Cremona.

Due cacciatori (un Bresciano ed un Bergamasco), entrambi deferiti alla Autorità Giudiziaria, avevano nascosto i richiami illegali nelle vicinanze di “capanni di caccia”. L’ Articolo 21 co.1 alla lettera “r” della legge 157 /1992 così recita: “ E’ vietato a chiunque usare a fini di richiamo uccelli vivi accecati o mutilati ovvero legati per le ali e richiami acustici a funzionamento meccanico, elettromagnetico o elettromeccanico, con o senza amplificazione del suono” ; ammenda fino a 1.549 euro per chi esercita la caccia con mezzi vietati.

I 30 tordi abbattuti e sequestrati appartengono alla specie “Turdus philomelos” più comunemente nota come Tordo Bottaccio. Il Tordo Bottaccio è un migratore notturno di dimensioni medio piccole e, in questa stagione, alcuni areali della provincia Cremonese sono interessati dal suo passaggio migratorio diretto al Nord Africa; i richiami, nel caso del Tordo e soprattutto nelle ore notturne determinano altresì un’ interruzione della migrazione con conseguente perdita di energia e riduzione del numero di animali che portano a termine i loro spostamenti. Il richiamo, pertanto, oltre all’aumento di abbattimenti causa anche lo stravolgimento dei ritmi  biologici della specie.

Il Tordo Bottaccio ha un canto melodioso ed emette un suono stridulo e metallico detto anche “zizzo”; è proprio questo verso che riproducevano fedelmente i richiami meticolosamente occultati dai 2 cacciatori e poi disattivati e smontati dai militari . Le attività di perlustrazione e controllo al rispetto normative dell’attività venatoria, disposte e coordinate dal Gruppo Carabinieri Forestali Cremona , proseguiranno per tutta la stagione di caccia.

© RIPRODUZIONE RISERVATA DI TESTI, FOTO E VIDEO

18 Ottobre 2019