Cerca

Eventi

Tutti gli appuntamenti

Eventi

CREMONA

La storia del piccolo Rean: ora può vivere grazie al grande cuore della Giorgio Conti

Il bimbo, senza un macchinario molto costoso acquistato dalla onlus, non poteva alimentarsi autonomamente e aveva problemi respiratori

Francesco Pavesi

Email:

fpavesi@cremonaonline.it

16 Ottobre 2019 - 08:08

La storia del piccolo Rean: ora può vivere grazie al grande cuore della Giorgio Conti

CREMONA (16 ottobre 2019) - Dall’Albania a Cremona per dare una speranza al figlio. I genitori del piccolo Rean, che ha solo tre mesi di vita e a causa di una gravissima patologia ha problemi di respirazione e di alimentazione, hanno chiesto aiuto alla onlus Giorgio Conti, che da oltre trent’anni è in prima linea per aiutare i bambini malati e che anche stavolta ha risposto presente. A raccontare la storia di Rean è la zia Bianca, che da anni vive in Italia e si è mossa in prima persona per salvare il nipotino: «Da quando è nato, a causa di una sofferenza durante il parto, lotta contro gravi deficit che gli impediscono di respirare e mangiare autonomamente – spiega –. Per farlo ha bisogno di una sonda, attaccata ad un alimentatore artificiale che fa scendere il latte goccia a goccia. Si tratta di un macchinario molto costoso, che mia sorella a fatica aveva acquistato in Albania poco dopo la nascita del piccolo. Qualche settimana fa però si è rotto e l’azienda produttrice le ha fatto sapere che non ce n’erano altri. Anche se ci fossero stati, comunque, trovare i soldi per pagarlo non sarebbe stato facile. Mia sorella era disperata, perché senza quell’attrezzatura Rean non avrebbe più potuto alimentarsi e quindi vivere». 

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su La Provincia

Caratteri rimanenti: 400