Cerca

Eventi

Tutti gli appuntamenti

Eventi

SONCINO

Amici della Rocca-Castrum: è guerra senza quartiere

Si inasprisce la polemica dopo la rievocazione medievale durante la quale dei figuranti hanno allestito davanti alle pitture quattrocentesche del castello un banchetto in legno e avrebbero appoggiato un palo alla parete

Daniele Duchi

Email:

dduchi@laprovinciacr.it

13 Ottobre 2019 - 07:46

Amici della Rocca-Castrum: è guerra senza quartiere

SONCINO (13 ottobre 2019) - Amici della Rocca e Castrum: la guerra dopo il caso del palo appoggiato agli antichi affreschi, diventa senza quartiere. «Non vogliamo fare polemiche e non volevamo assolutamente rinfocolarle, ma se chi è nel torto, invece di star zitto oppure di scusarsi, si permette di offendere e dare pubblicamente dell’incompetente a dritta e a manca, allora si è costretti a rispondere, trattandosi di sortite inammissibili per le quali l’associazione vuole tutelarsi». Esordisce così Mauro Belviolandi nella sua invettiva contro Fabio Maestri, organizzatore della rievocazione medievale durante la quale dei figuranti hanno allestito davanti alle pitture quattrocentesche del castello un banchetto in legno e avrebbero appoggiato un palo alla parete. Il presidente di Castrum, però, non ne vuole più sapere di dialogare con gli Amici e taglia corto: «Sulla vicenda non commenterò più nulla».

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su La Provincia

Caratteri rimanenti: 400