il network

Mercoledì 16 Ottobre 2019

Altre notizie da questa sezione


MONTICELLI

Piano salva aglio, ricerca europea della Copap

Uno studio di tre anni per contrastare la fusariosi che dal 2003 minaccia le coltivazioni. «In prima linea per difendere il nostro prodotto». Partecipano 23 aziende agricole

Piano salva aglio, ricerca europea della Copap

MONTICELLI (8 ottobre 2019) - Parte dal borgo pallavicino uno studio internazionale, finanziato da Unione Europea e Regione Emilia Romagna con un contributo di 280mila euro, per contrastare una malattia che dal 2003 sta minacciando le produzioni di aglio in tutto il mondo e che nel 2012 è arrivata anche in Italia. La cooperativa di produttori locali con sede in via Breda (Copap) ha infatti avviato il Progetto salva aglio per contrastare la fusariosi, causata da funghi patogeni che provocano marciume secco anche su altre colture come palma da dattero, banana, mango, cereali, asparago, cipolla. Questi i numeri del progetto, che coinvolge anche Università Cattolica e Agrisilva Piacenza: 23 aziende agricole partecipanti (non solo di Monticelli ma anche di Castelvetro, Caorso, Cortemaggiore, San Pietro in Cerro, Piacenza e Podenzano), 36 mesi di ricerca, 3.500 analisi sia sul materiale raccolto in campo, sia in laboratorio.

© RIPRODUZIONE RISERVATA DI TESTI, FOTO E VIDEO

07 Ottobre 2019