Cerca

Eventi

Tutti gli appuntamenti

Eventi

CREMONA

Saranno abbattuti tre alberi in via Brescia

I controlli effettuati hanno mostrato che sono staticamente pericolosi

Cinzia Franciò

Email:

cfrancio@laprovinciacr.it

30 Settembre 2019 - 12:34

Saranno abbattuti tre alberi in via Brescia

CREMONA (30 settembre 2019) - Nell’ambito dei lavori di realizzazione della nuova pista ciclabile di via Brescia è stato effettuato dal personale delle Serre comunali anche uno screening degli alberi presenti lungo il tratto di strada interessato. Durante questi controlli periodici è stato riscontrato che tre celtis australis, collocati all’altezza del civico 54, sono staticamente pericolosi. Pertanto da mercoledì 2 ottobre, salvo imprevisti dovuti alle condizioni atmosferiche, ne è in programma l’abbattimento a tutela della pubblica incolumità. 

Dall’analisi effettuata è infatti emersa una situazione che desta preoccupazioni per la loro stabilità in quanto tutta l'area della banchina stradale su cui si trovano le piante è stata in passato interessata da importanti scavi per la posa di sottoservizi. Considerata inoltre la vicinanza di questi manufatti è molto probabile che siano stati intaccati buona parte dei cordoni d'ancoraggio primari, con conseguente instabilità degli alberi, soprattutto in caso di vento forte o in condizioni meteo avverse.

 “Sostituiremo quanto prima le piante che devono essere abbattute”, dichiarano l’assessore al Verde Rodolfo Bona e l’assessora all’Ambiente Simona Pasquali, che aggiungono: “Si provvederà a mettere a dimora essenze giovani che si aggiungeranno a quelle già previste in occasione della ripiantumazione della prossima stagione nelle zone limitrofe. In occasione di questo intervento si è valutato di migliorare la viabilità in quel tratto sistemando il punto di fermata degli autobus con la realizzazione di una piazzola in modo da restituire decoro a questo tratto della via”.

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su La Provincia

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • edgardo.berticelli

    30 Settembre 2019 - 21:51

    Non esiste problema, a Crema ne sono stati eliminati molti di più. Certamente quelli ripiantumati, senza alcuna concimazione del suolo, organica e minerale, senza alcuna irrigazione di soccorso, andranno al Creatore in men che non si dica. Non esiste problema nemmeno per questo sopra i vivai traboccano di nuovi alberelli pronti per il sacrificio. Circa la pericolosità degli alberi da sacrificare, non ci sarebbe stata se gli stessi alberi non fossero stati abbandonati al loro triste destino. Sempre in tema di pericolosità, perché non eliminare le moto,le automobili e gli autotreni, stante il numero immane di morti causati da questi?

    Report

    Rispondi