il network

Martedì 15 Ottobre 2019

Altre notizie da questa sezione


CREMONA

Cervelli di ritorno, la storia di Tolian Apostol Gjika

Manager di successo in America, non ha dimenticato il liceo scientifico Aselli e i professori che gli hanno aperto una finestra sul mondo. Ad Annalisa Coppi la sua borsa di studio

Cervelli di ritorno, la storia di Tolian Apostol Gjika

Laura Parazzi, Annalisa Coppi, Maura Ruggeri e Tolian Apostol Gjika

CREMONA (15 settembre 2019) - Da anni vive e lavora all'estero, ma non ha mai dimenticato i professori e la scuola che per primi gli hanno aperto una finestra sul mondo. Per questo Tolian Apostol Gjika, 32 anni fra pochi giorni, di origini albanesi ma cittadino italiano dal 2005, ha voluto istituire una borsa di studio come segno di riconoscenza nei confronti del liceo Aselli e come incoraggiamento per i ragazzi che stanno compiendo gli stessi suoi studi. Idea che due anni fa è stata accolta positivamente dal Comune e che ha portato ieri alla seconda consegna del ‘Premio Gjika’. Il primo consegnato direttamente da Tolian, che lavora per una società di consulenze a Los Angeles e torna raramente in città. L’assegno da 500 euro è andato ad Annalisa Coppi della V C, che ha una media scolastica di 9,36, adora la matematica e vorrebbe studiare Ingegneria biomedica o Medicina. «L’idea parte appunto dalla mia gratitudine verso l’istruzione in generale e verso questo istituto in particolare - ha chiarito Tolian -. Io sono arrivato a Cremona da immigrato e dunque non era scontato un percorso formativo di questo tipo. Grazie agli studi all’Aselli ho avuto la possibilità di scegliere e viaggiare. Credo che oggi, purtroppo, l’istruzione sia un po’ sottovalutata. Io sono la prova che, invece, è fondamentale per crearsi il futuro».

© RIPRODUZIONE RISERVATA DI TESTI, FOTO E VIDEO

14 Settembre 2019