Cerca

Eventi

Tutti gli appuntamenti

Eventi

IN PROVINCIA

Caccia al via fra le proteste

Pronti a imbracciare la doppietta quasi 3 mila cacciatori. I controlli si annunciano severi. Ambientalisti all’attacco sulla deregulation. Il Wwf: «Regione Lombardia da bollino rosso. Chiederemo i danni»

Cinzia Franciò

Email:

cfrancio@laprovinciacr.it

15 Settembre 2019 - 08:40

Caccia al via fra le proteste

CREMONA (15 settembre 2019) - In provincia di Cremona sono quasi tremila le doppiette pronte a entrare in azione oggi, di buon mattino, nel primo giorno di apertura della stagione della caccia. Un appuntamento importante e atteso da molti appassionati ma vissuto male dai responsabili della varie associazioni ambientaliste, che proprio in queste ore hanno rilanciato i loro appelli. In tutti gli ambiti della provincia in cui le doppiette entreranno in azione sono mobilitati gli agenti delle polizie locali ma anche le guardie venatorie e i volontari, in tutto circa un centinaio di persone chiamate a garantire il rispetto delle regole, a cominciare dalle distanze da strade e abitazioni nel momento in cui si imbraccia un’arma per fare fuoco. Da oggi fino al primo ottobre, la caccia sarà consentita per tre giorni alla settimana (mercoledì, sabato e domenica) da un’ora prima del sorgere del sole fino alle 12. Dopo il primo ottobre, attività venatoria consentita nelle giornate e negli orari previsti dal vigente Calendario Venatorio Regionale.  Il Wwf: «Regione Lombardia da bollino rosso. Chiederemo i danni».

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su La Provincia

Caratteri rimanenti: 400