Cerca

Eventi

Tutti gli appuntamenti

Eventi

CREMONA

Scelta del medico di base, code da incubo all'Asst: in fila 1.280 persone

Il sindacalista Demaria numeri alla mano: 'E' sempre così'

Francesco Pavesi

Email:

fpavesi@cremonaonline.it

14 Settembre 2019 - 07:40

Scelta del medico di base, code da incubo all'Asst: in fila 1.280 persone

CREMONA (14 settembre 2019) - «Non è un evento straordinario e non è rientrata la situazione» delle code record agli sportelli del servizio gestito dall’Asst in via S. Sebastiano di scelta e revoca del medico di base, al quale ci si rivolge anche per le esenzioni da reddito. Giuseppe Demaria, segretario generale della Cisl Asse del Po, replica, dati alla mano, a Francesco Forzani, direttore della Rete integrata di continuità assistenziale, secondo cui «si registrano afflussi straordinari e non diluiti in occasione delle scadenze per il rinnovo delle esenzioni, o quando ci sono medici di base che cessano il servizio. Di norma non è così». «Gli sportelli — spiega Demaria — fanno orario lungo solo due volte alla settimana: il lunedì e il mercoledì. Gli altri giorni sono aperti per 4 ore dalle 8,30 alle 12,30. È logico, quindi, che in queste giornate si registrino meno accessi, ma il flusso è lo stesso. Ecco le cifre della settimana in corso: lunedì (orario lungo) sono state più di 350 le persone che si sono presentate agli sportelli, martedì 180, mercoledì (orario lungo) circa 400, giovedì 180 e ieri, venerdì, 170. In totale 1.280 persone. Questo ufficio non ha picchi di afflusso, ma registra una straordinarietà durante tutto l’anno». Mercoledì le code avevano superato le tre ore e mezzo di attesa e di quasi 150 persone già prenotate prima di chi arrivava. 

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su La Provincia

Caratteri rimanenti: 400