Cerca

Eventi

Tutti gli appuntamenti

Eventi

CREMONA

Con il telefono amico nasce una comunità solidale

Con l’Auser dialogo e assistenza: nel 2018 sono state 1.396 le chiamate per 72 utenti

Francesco Pavesi

Email:

fpavesi@cremonaonline.it

05 Settembre 2019 - 08:53

Con il telefono amico nasce una comunità solidale

CREMONA (5 settembre 2019) - Un telefono può non solo togliere dalla solitudine, ma anche far nascere una piccola comunità solidale di persone. Cittadini per i quali la linea telefonica è diventata strumento di inclusione e reciproca compagnia a distanza. È successo da sé, fra anziani soli e già regolarmente assistiti dai volontari del servizio di compagnia telefonica di Auser. «È capitato - racconta la presidente di Auser Manuela Cavedagna - che una delle persone da noi assistite ci abbia chiesto di poter contattare altre persone che usufruivano dello stesso servizio. Ne è nato, col consenso di tutti, una sorta di circuito di cittadini anziani che periodicamente si telefona, si parla e dialoga».

E questa è solo una delle storie che possono raccontare i volontari dell’associazione che anche a Cremona come nel resto d’Italia da anni punta sulla telefonia sia per togliere dalla solitudine una fetta di popolazione anziana, sia per offrire alla stessa comunità servizi di mobilità. Nella galassia delle associazioni di volontariato, fra i ‘numeri amici’ a disposizione di tutti, quello di Auser è sicuramente fra i più noti e popolari in una città caratterizzata dalla forte presenza di persone in terza età. I numeri raccontano tanto della domanda quanto della capacità di risposta di tre volontarie-telefoniste e di poco più di una decina di volontari impegnati nel trasporto. Sono infatti 1.396 le chiamate partite nel 2018 all’indirizzo di un gruppo di 72 utenti, una settantina di anziani — quasi tutte donne — che necessitavano di un contatto regolare con una voce amica proveniente dal centralino di via Tibaldi. Solo una telefonata per scambiare due parole, una battuta, o per raccontare una quotidianità nella quale può essere molto complicato, se non impossibile, intrattenere normali rapporti sociali in autonomia. Oltre 7.500 sono poi le richieste ricevute da Auser solo nel primo semestre 2019 provenienti da persone in cerca di aiuto negli spostamenti per raggiungere cliniche, ospedale, case di cura. O anche solo per ricevere informazioni generiche.

Ci sono due numeri telefonici (0372/463265 e 800995988) così come due sono i servizi a questi associati: la compagnia telefonica e poi l’accompagnamento sanitario, che comprende anche il ritiro delle ricette mediche.

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su La Provincia

Caratteri rimanenti: 400