Cerca

Eventi

Tutti gli appuntamenti

Eventi

CREMONA

Poste, boato e danni. Si riapre a dicembre

L'ufficio di via Giuseppina fuori uso da luglio, dopo l'attacco al Postamat. Ultimate le verifiche sulla struttura, c'è il via libera ai lavori. Da ottobre

Daniele Duchi

Email:

dduchi@laprovinciacr.it

31 Agosto 2019 - 08:18

Poste, boato e danni. Si riapre a dicembre

CREMONA (31 agosto 2019) - Alla fine, a conti fatti, il bottino, tredicimila euro, arraffato dal Postamat fatto saltare con il gas nella notte tra il 14 e 15 luglio scorsi alle Poste di via Giuseppina potrebbe rivelarsi la voce meno pesante nell’elenco delle perdite da mettere in capo a quell’incursione della mala. Già, perché i danni sono ingenti, i lavori non saranno uno scherzo (e costeranno) e per di più si è già dovuto mettere mano al portafoglio per condurre le verifiche strutturali prescritte dai vigili del fuoco che hanno svolto i primi sopralluoghi. Per non dire delle conseguenze dovute alla mancata apertura di un ufficio posizionato in una zona così nevralgica della città. Detto questo, nelle scorse ore sono giunte notizie che rassicurano i tanti cittadini e utenti che iniziavano a pensare a una mancata riapertura di quell’ufficio. Le verifiche strutturali sono state ultimate e si può passare ai lavori. I responsabili delle Poste hanno provveduto a svolgere i primi sopralluoghi con le ditte. Il cantiere sarà varato all’inizio di ottobre. Se tutto andrà come previsto, la riapertura dovrebbe avvenire ai primi di dicembre. Un sospiro di sollievo per i tanti cremonesi, soprattutto pensionati, che da sempre utilizzano quello sportello. 

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su La Provincia

Caratteri rimanenti: 400